Game of Thrones è pronto a tornare, parliamone un po’!

In SPETTACOLO by Gabriele FardellaLeave a Comment

Il nuovo trailer di Game of Thrones, rilasciato a poco più di un mese dalla messa in onda della tanto attesa ottava e ultima stagione, ha scatenato commenti, discussioni e teorie sul web come raramente è successo in passato. La clip, di circa due minuti, non mostra in realtà niente di che e non lascia spazio a chissà quali illazioni, ma ci permette di dare un primo sguardo ai protagonisti che si preparano agli atti conclusivi della serie.

In realtà c’è ben poco da speculare dal momento che, più o meno, sappiamo tutti come andrà questa ottava stagione, con una grande guerra all’orizzonte tra le uniche tre fazioni ancora in piedi: Cersei Lannister vs Jon Snow-Daenerys Targaryen vs gli Estranei.

In sei episodi ci sarà abbastanza tempo per dare il giusto spazio a tutti? Le trame portate avanti negli ultimi otto anni verranno concluse in maniera degna? Avremo modo di goderci una narrazione chiara e lineare?

Se guardiamo all’ultima fatica di HBO legata a Game of Thrones – la tanto discussa e criticata settima stagione – le premesse sono tutt’altro che incoraggianti, visto che nulla di quanto mostrato fu approfondito più di tanto e i continui salti temporali crearono più confusione che altro.

Cosa aspettarsi quindi, da questo ciclo di episodi che andrà a concludere la serie tv più seguita dell’ultimo decennio? Facciamo qualche ragionamento e divertiamoci un po’.

Per anni ci siamo divertiti a speculare su quale personaggio sarebbe potuto morire tra atroci sofferenze. Mai come quest’ anno però, siamo stati pieni di certezze. Oddio certezze, diciamo che ci sono altissime probabilità di assistere ad una vera e propria strage di personaggi secondari. E così tanti saluti ai vari Tormund, Verme Grigio, Bryenne, Jorah Mormont. Diverso il discorso per Varys e Melisandre; i due sono in qualche modo legati a Jon e Daenerys e prima di un’eventuale dipartita potrebbero avere molto da dare.

Le vere protagoniste del totomorte sono però, per ragioni diverse, le due regine. Cersei è stata sin dall’inizio un personaggio cardine della serie, è l’unica ad essere stata sempre “al vertice” sin dal primo episodio. È stata il punto fermo di Game of Thrones, e ora che la serie volge al termine anche il suo ruolo si sta pian piano esaurendo. Potrebbe aiutare nella Guerra contro gli Estranei utilizzando l’Altofuoco o perché no,radere al suolo Approdo del Re pur di non cedere il Trono di Spade ad un Targaryen. In ogni caso, voi ce la vedete una Cersei in esilio, chissà dove, al termine della guerra per il Trono? Che senso avrebbe vederla rinchiusa in una cella dopo aver perso la corona? Insomma, una volta perso il Trono, il personaggio di Cersei è destinato ad uscire di scena.

Ma chi sarà il boia della Mad Queen? Tyrion sembrava il personaggio perfetto a ricoprire questo ruolo fino ad un paio di stagioni fa, ma il suo ruolo è stato via via sminuito e ridotto. L’altro fratello Lannister, Jaimie, sarebbe una soluzione a primo impatto un po’ banale. Possibile per carità, ma banale.

E allora una soluzione interessante potrebbe essere Arya Stark (che l’ha giurata a Cersei sin dalle prime stagioni) che sfruttando le sue abilità da assassina, e magari indossando il volto dello Sterminatore di Re, potrebbe finalmente ottenere la tanto agognata vendetta.

Poi magari l’ultimo episodio si conclude con Cersei che beve vino alla faccia di Jon e Daenerys, mai dire mai.

Anche Daenerys rischia molto, e questo lo sanno soprattutto i fan più accaniti e coloro che hanno letto i libri. La realizzazione della profezia che vede Jon Snow come reincarnazione di Azor Ahai (il guerriero che 8.000 anni fa sconfisse per la prima volta gli Estranei), sembra non poter prescindere dal sacrificio che quest’ultimo compì trafiggendo la sua amata Nissa Nissa, per forgiare Protatrice di Luce, la spada che gli permise di sconfiggere il Re della Notte.

La profezia ha una rilevanza notevole nei libri, nella serie potrebbe però essere reinterpretata in ogni modo possibile e immaginabile. Questo porta quindi a porsi una domanda la cui riposta potrebbe spostare gli equilibri della serie e decidere il destino di molti personaggi.

Per saperne di più, continuate a seguirci. Abbiamo tanti argomenti in caldo, pronti da sviluppare per voi!

L’Inverno sta arrivando…