Eurovision Song Contest 2022: top, flop e finalisti della seconda semifinale

Dopo il grande debutto con la prima semifinale, l’Eurovision Song Contest 2022 made in Italy è tornato con la seconda, ed ultima, semifinale, l’ultimo appuntamento prima della grande finale di sabato 14 maggio, dove finalmente scopriremo il paese vincitore di quest’edizione. In questa seconda puntata è stato il turno dei restanti 18 paesi, togliendo i Big 5 già qualificati per la finale, che hanno letteralmente acceso il palco e il pubblico del Pala Alpitour di Torino con delle esibizioni spettacolari e piene di grande energia.

A differenza della prima semifinale, fra i 18 paesi di questa serata la concorrenza è stata molto più agguerrita, con la presenza di varie canzoni candidate alla promozione in finale che hanno dovuto lottare fino all’ultimo secondo per assicurarsi un posto per la puntata più importante. La tensione è stata palpabile sin dal primo momento, e si è proiettata soprattutto sui social media, dove il pubblico ha trasmesso secondo dopo secondo preoccupazioni ed elogi per i loro paesi preferiti.

È stata anche la prima edizione in cui un paese ha portato una canzone con parti del testo in latino, si tratta della Serbia e Konstrakta con la sua iconica In Corpore Sano, una delle canzoni più acclamate dal pubblico eurovisivo sin dal suo rilascio.

Tra i momenti più iconici di questa semifinale è impossibile non menzionare, oltre alla performance di In Corpore Sano, le esibizioni di Irlanda con That’s Rich, Romania con Llamáme e Svezia con Hold Me Closer, tre delle canzoni più attese della serata che hanno sapientemente soddisfatto le aspettative del pubblico. Tuttavia, l’esibizione che si è portata di diritto i 12 punti a casa è stata quella di Stripper, con Achille Lauro in rappresentanza di San Marino celebrando con la sua incredibile arte il glam rock che lo ha reso una vera e propria icona dei nostri tempi. Nonostante il suo grande spettacolo, Achille Lauro non è riuscito a qualificarsi per la finale

Anche questa sera i nostri tre host, Laura Pausini, Mika ed Alessandro Cattelan hanno saputo mantenere l’asticella molto alta ed intrattenere il pubblico tra un’esibizione e l’altra, riuscendo ad avere anche più spazio per delle piccole esibizioni, sia per quanto riguarda Alessandro Cattelan che ha inaugurato la serata con una coreografia tutt’altro che prevedibile, sia per Mika e Laura Pausini che hanno regalato un’esibizione da brividi durante la fase dei voti del pubblico.

Le 10 canzoni che hanno superato la seconda semifinale, e che riascolteremo sabato insieme alle prime 10 finaliste e ai Big 5, sono le seguenti (l’ordine è casuale):

  1. Belgio
  2. Repubblica Ceca
  3. Azerbaijan
  4. Polonia
  5. Finlandia
  6. Estonia
  7. Australia
  8. Svezia
  9. Romania
  10. Serbia



Marco Russano