uproxx.com

Dua Lipa fa tripletta con Future Nostalgia: The Moonlight Edition

Non una, né due ma ben tre versioni di Future Nostalgia, ad oggi chiaramente l’album di maggior successo in carriera per Dua Lipa, qualcosa che prima della sua prima pubblicazione sembrava una missione difficile, visti soprattutto gli incredibili risultati raggiunti dal suo primo album in studio, l’omonimo Dua Lipa.

Di fatti, dopo la versione standard pubblicata in piena pandemia, più precisamente il 27 marzo 2020, e Club Future Nostalgia, l’album remix rilasciato il 28 agosto, oggi è stata pubblicata la terza, e ultima, versione di questo progetto fruttuoso e ricco di record. Questa volta si tratta di Future Nostalgia: The Moonlight Edition, una sorta di versione Deluxe dell’album originale contenente le ultime collaborazioni (Fever, One Day, Levitating e Prisoner) e altri quattro brani inediti, anzi tre, considerando che That Kind Of Woman è stata già inserita in Club Future Nostalgia, però in versione remix.

L’inedito che fa da primo singolo per questa versione Deluxe è We’re Good, una spensierata traccia pop che risulta essere molto radiofonica e catchy sin dal primo ascolto. Ma il vero punto forte della canzone è il video musicale, un’autentica genialata! Sebbene l’estetica e l’abbigliamento siano molto originali, la trama ruba definitivamente la scena intera.

Dua Lipa è una cantante serale in un ristorante di una nave da crociera, che poi si scoprirà essere il Titanic, e mentre canta per i suoi clienti, si vede come una alla volta vengano estratte da una vasca delle aragoste elegantemente infiocchettate per essere cucinate. Tutto questo mentre l’unica aragosta rimasta nella vasca cerca disperatamente di scappare da questo tragico destino che sembra esserle toccato.

In aiuto del crostaceo arriva una delle sorprese più inaspettate: l’affondamento del Titanic, con tanto di salvataggio suo e di Dua Lipa, immortalando una scena finale degna del più famoso film da cui prende ispirazione.

meaww.com

Nel resto delle canzoni della Deluxe troviamo, come già anticipato, tutti i duetti in cui Dua Lipa ha partecipato nell’ultimo anno, ma anche altri 3 inediti: If It Ain’t Me, That Kind Of Woman (nella sua versione originale) e Not My Problem ft. JID.

Fra questi, If It Ain’t Me è quello che sicuramente ruba la scena a tutti e tre e perfino a We’re Good, che paragonato a If It Ain’t Me è sicuramente di meno impatto e più banale. Il brano in questione circolava già prima della pubblicazione ufficiale però in collaborazione con Normani, mentre ora l’ex former delle Fifth Harmony non appare più, sicuramente per alcune decisioni prese dalla sua casa discografica.

Potrebbe essere con molta probabilità il singolo conclusivo di questa Future Nostalgia Era, o almeno questo sperano tutti i suoi fan.

Un altra hit è That Kind Of Woman, brano che avevamo già sentito in Club Future Nostalgia però nella versione remix di The Blessed Madonna. In questa versione originale aumenta incredibilmente di livello, diventando un pezzo molto profondo in cui la voce di Dua Lipa riesce ad emozionare e incantare.

Unica pecca è Not My Problem ft. JID che sembra essere a tutti gli effetti uno scarto di Club Future Nostalgia. Il pezzo, infatti, è molto confuso e la base musicale somiglia molto alle produzioni che The Blessed Madonna ha creato per l’album di remix. Il feat di JID, sicuramente evitabile, non fa altro che dare più confusione al pezzo e renderlo, a tratti, inascoltabile.

spyit.it

Top 👍: If It Ain’t Me, That Kind Of Woman, Fever (ft. Angèle), Levitating (ft. Da Baby), Prisoner (ft. Miley Cyrus) e Un día (One Day) ft. Bad Bunny, J Balvin & Tainy

Flop 👎: Not My Problem ft. JID

Voto: 8/10



Marco Russano