DIGITAL INNOVATION DAYS: oggi parte a Milano l’edizione phygital

Il Digital Innovation Days, l’evento italiano più atteso del mondo digital, ritorna anche quest’anno con un’edizione innovativa. Le quattro giornate di evento, che avrà luogo da oggi 10 novemre, sino al 13 novembre 2021, infatti si svolgeranno in versione phygital, ovvero in parte dal vivo e in parte online, e saranno incentrate sui quattro pillar fondanti del brand: Digitale, Innovazione, Sostenibilità e In-Formazione. Appuntamento dal vivo, previa iscrizione, presso Talent Garden Calabiana, in via Calabiana 6, a Milano (per dettagli su orari, costi e disponibilità di posti: https://digitalinnovationdays.com/).

Anche quest’anno, Phyd Hub ospiterà la regia tecnica delle sale tematiche, per permettere di guardare tutti gli speech in live streaming.

L’edizione 2021 è dedicata al tema “Human Capital: Driver for Innovation” e promuove il capitale umano come vera e propria leva per incentivare la ripresa dopo la pandemia Covid 19.

Le novità principali della nuova edizione sono da ricercarsi nelle applicazioni più innovative, che stanno rivoluzionando la vita e il lavoro quotidiano in questa fase storica del tutto particolare. Scopriremo come si sta traducendo in realtà il paradigma della “città da 15 minuti”, a quale punto di attuazione è il piano Industria 4.0, come il digitale sta rivoluzionando il mondo del lavoro e dei servizi alla persona, con focus particolare su fintech e insurtech. Il tutto coi contributi dei protagonisti della vita economica, fra cui realtà come Adecco, Deloitte, Mylia, Ipsos, Emplifi, Mauden, Banca Sella, Azerion, OVHcloud, Opyn, Hoepli, Mondadori Media, Qonto, AccessiWay, Libera Brand Building Group, CiaoPeople, The Fool, AppQuality e partner istituzionali come Confindustria Digitale, Federturismo Confindustria, Asvis, Eiis, Associazione Nazionale Giovani Innovatori.

Dal vivo sarà possibile seguire gli interventi dei relatori che saliranno sul palco nella Sala Principale, disponibili anche in live streaming sulla piattaforma dedicata, e le presentazioni della Sala Workshop. Sulla piattaforma digitale dell’evento si potrà assistere anche agli interventi che si terranno nelle Sale tematiche, quest’anno ampliate nel numero e dedicate a: Social Media, Influencer Marketing, Branding & Content, Web Marketing, E-commerce, Sostenibilità, Innovation & Emerging Tech, Food Tech, Health Tech, Fintech, Startup e In-Formazione.

Sul palco saliranno oltre 200 speaker, selezionati tra i professionisti più influenti dei relativi settori, e anche tanti ospiti internazionali, tra cui: Martin Lindstrom, Guru internazionale del neuromarketing e autore di best seller. Tra i relatori: Antonio Barreca, direttore generale Federturismo Confindustria; Barbara Cominelli, Amministratore Delegato JLL; Diego Ciulli Head of Government Affairs and Public Policy, Italy Google; Francesco Iervolino, Partner Deloitte; Marcello Albergoni, Country Manager di LinkedIn Italia (leggi qui l’intervista per Social Up); Massimo Canducci, Chief Innovation Officer di Engineering Ingegneria Informatica; Nicola Neri, AD di Ipsos; Paola Rini, Country Manager di Freeda; Paolo Iabichino, Amministratore Unico di Iabicus; Riccardo Pittis, coaching e formatore; Roberto Pancaldi, Managing Director di Mylia; Simone Ranucci Brandimarte, presidente Italian Insurtech Association; Stefano Venturi, Presidente e AD di Hewlett Packard Enterprise e presidente Steering Committee “Competenze e Capitale Umano” di Confindustria Digitale; Enea Roveda, CEO di LifeGate.

Deloitte, main partner, per il secondo anno consecutivo, modererà le sale FoodTech ed HealthTech e ospiterà l’evento di lancio del nuovo progetto Cardiotech accelerator mentre Adecco Group e Mylia si occuperanno della pianificazione del palinsesto della sala In-Formazione.

Non potrà mancare un focus sulle startup, con le esperienze di LifeGate Way, LVentureGroup, PoliHub, OVHcloud. Si parlerà di open innovation, dell’evoluzione dell’ecosistema startup hi- tech italiano, del ruolo dei business angel, della crescita delle startup digitali durante la pandemia.

A proposito di innovazione e pandemia, un tema importante sarà quello della salute, con un ampio spazio dedicato ai settori del Life Sciences e dell’Healthcare e alle tematiche connesse di innovazione, ricerca scientifica, automazione dei processi, AI ed IoMT. La sala HealthTech, promossa da Deloitte, sarà dedicata a tematiche cruciali come Value Based Healthcare, active ageing, telemedicina. Questi risultano essere temi attuali non solo per il rilancio dei settori Life Sciences & Healthcare, ma anche per il consolidamento e il rinnovamento del sistema decisionale “paziente-centrico”: predizione, prevenzione, personalizzazione, partecipazione. Il supporto allo sviluppo e all’introduzione sul mercato di nuove tecnologie (nuovi device, telemonitoraggio, AI) e di forme di cura innovative e personalizzate, rappresenta una concreta opportunità di crescita e miglioramento per tutto il Paese, su cui è fondamentale investire assieme, per porre le basi della salute del futuro.

Tra gli altri temi che verranno trattati: tutti gli sviluppi del marketing digitale, dal pay advertising al dropshipping, dall’influencer marketing come mezzo strategico per integrare e massimizzare al meglio la presenza online e le attività dei brand, al content marketing, per la creazione e distribuzione di contenuti di valore.

Si parlerà dell’evoluzione dei social media a quasi 20 anni dalla loro nascita, ma anche delle ultime evoluzioni dell’e-commerce, che non dovrebbe essere più considerato solo un canale, ma piuttosto una core strategy per le aziende e per la crescita personale di ognuno.

Si parlerà di Innovation & Emerging Tech, per offrire una panoramica delle principali tecnologie emergenti, ma anche di temi come CSR, Sviluppo Sostenibile ed Economia Circolare: il Covid ha accelerato questo cambiamento, accendendo ancora di più i riflettori sul ruolo che oggi giorno devono avere le aziende. L’impresa non è più percepita solamente come un semplice attore economico che opera nel mercato, ma come un attore protagonista inserito nel contesto sociale. Questo cambio di prospettiva sicuramente rappresenta una sfida senza precedenti per le aziende, che devono ripensare al modo in cui vivono ed operano nella società. Ma allo stesso momento, rappresenta anche una grandissima opportunità per aprire un dialogo più vero e trasparente con le persone. Serve quindi un vocabolario nuovo. Servono responsabilità, rispetto, coscienza e orientamento al futuro.

Tra i temi di maggiore impatto per le persone e che verranno affrontati, si parlerà di fintech e l’insurtech. Stiamo già sperimentando un nuovo rapporto con il mondo del credito, molto più fluido e personalizzato e lo stesso stiamo per sperimentare anche nel mondo assicurativo, dove la tecnologia permette l’ideazione di polizze tagliate su misura del cliente.

Si parlerà di lavoro e formazione, con l’importante contributo di Adecco e Mylia.

Last but not least, il FoodTech, per quanto riguarda la catena del valore nel settore agroalimentare, “from farm to fork”, toccando le tematiche connesse all’innovazione dei processi, dei prodotti e dei servizi. Deloitte modererà la sala, costruendo una visione quanto più completa dei mutamenti e dei trend di innovazione più rilevanti in Italia e nel mondo grazie ad interventi di aziende in prima linea in progetti concreti e disruptive del panorama FoodTech italiano.

“Non esistono macchine intelligenti senza uomini intelligenti. È a partire da questa convinzione – spiegano Nicola e Giulio Nicoletti, organizzatori dell’evento – che è nata l’idea di questa nuova edizione del Digital Innovation Days. Dietro ogni grande innovazione c’è sempre un uomo che l’ha ideata, progettata e realizzata. Ri-partiamo, dunque, dal ‘capitale umano’, inteso nella sua accezione più ampia e dunque comprensiva degli aspetti valoriali e identitari delle persone, per ri-costruire, con il supporto del digitale e delle tecnologie, il nostro futuro. Pensiamo ad una piena integrazione fra mondo reale e digitale per il rilancio economico e sociale delle nostre comunità”.



redazione