Cedarhurst Mansion e il fantasma di Sally Carter

Negli Stati uniti ci sono molte città omonime, alcune famose altre meno. Una di questa è Huntsville che è presente in molti dei 50 stati americani. Io vi parlerò di Huntsville dell’Alabama, famosa per essere sede di grandi compagnie come Boeing, NASA, e Raytheon; ma in effetti più che della città in se mi soffermerò su un antico edificio che …ha la fama di essere infestato.

Cedarhurst Mansion oggi è un palazzo che accoglie i ritrovi della comunità di Huntsville ed è aperto non solo a visite guidate, ma anche ad un breve soggiorno di chi vuole dormire una o due notti nelle stanze ai piani superiori. Fu edificato nel 1823 per ordine di Stephen Ewing, un politico molto influente dell’Alabama che volle la più bella casa dello stato in cui abitare assieme alla famiglia.
Nei primi giorni di novembre del 1837 la 15enne Sally Carter, sorellastra di Mary Ewing, decise di fermarsi qualche tempo ad Huntsville e si fece ospitare nella casa, ma nel giro di pochi giorni contrasse una strana malattia che degenerò velocemente e la portò alla morte per arresto cardiaco il 28 novembre. Proprio quell’evento oggi fa pensare che il suo spirito infesti ancora Cedarhurst Mansion e che di tanto in tanto si manifesti a proprietari e ospiti.

Le prime testimonianze documentate risalgono al 1919, quando una famiglia proveniente dalla città di Dothan decise di affittare due camere al primo piano della casa. Il figlio maggiore di 17 anni preferì dormire in una camera da solo, che era proprio quella dove aveva soggiornato Sally nel decorso della malattia. Il ragazzo in una notte di tempesta sognò una ragazzina che gli chiese di visitare la sua lapide perché sentiva freddo.

Quando si svegliò la mattina dopo, il ragazzo descrisse il sogno ai genitori e a un membro del personale che gli confessò che la tomba di Sally Carter era nella tenuta e si trovava sul retro della costruzione. I genitori scherzarono sulla cosa, ma il ragazzo volle controllare la lapide che risultò spaccata e scoperchiata dalla tempesta della notte precedente

Quell’episodio, sia pure una coincidenza, si diffuse rapidamente e per Cedarhurst Mansion iniziò un periodo di “invasione” di curiosi che con una scusa o un’altra si infiltrava nella proprietà alla ricerca di fenomeni paranormali. Molti vandalizzarono la tomba della famiglia Ewing, distruggendo e depredando parte della facciata della tomba e ciò portò ai discendenti alla decisione di spostare le bare nel Maple Hill Cemetery in un luogo segreto e con intestazione fittizia.

Il trasferimento avvenne nel dicembre del 1982 e nuovamente accadde qualcosa di molto inquietante: Sally, la sorellastra, e tre figli di Mary vennero recuperati dalla tomba, ma quando venne estratta la bara di Sally non c’era alcun corpo al suo interno, solo vestiti e alcuni effetti personali. La bara in cui Sally avrebbe dovuto passare l’eternità non era stata forzata e al suo interno c’erano ancora dei gioielli molto cari alla ragazzina: ciò farebbe scartare l’ipotesi di predatori di tombe, ma non quella di un culto satanico.
Da allora è tornata in auge l’ipotesi che il fantasma di Sally si aggiri ancora nella Cedarhurst Mansion e a suo sostegno giunsero decine di testimonianze di persona che l’avrebbero visto più volte scalzo camminare sui gradini dell’ingresso per poi sparire davanti alla porta.

Negli anni ’90 una delle guardie notturne della tenuta ha affermato di aver avuto un’esperienza molto misteriosa: durante la notte aveva più volte sentito nei suoi pressi rumori di passi, ma senza vedere mai nessuna figura. Quando all’alba finì il turno si accorse di aver perso il portafogli e prima di tornare a casa ispezionò nuovamente tutto il perimetro del caseggiato temendo di averlo perso durante la guardia. Pur essendo certo di non essersi mai avvicinati alla vecchia tomba ormai in disuso vide a terra davanti all’entrata del mausoleo il suo portafogli.

Si chinò a raccoglierlo e, forse per stemperare le tensione, ringraziò ad alta voce Sally di averglielo fatto trovare; quando si voltò per tornare sui suoi passi sentì una profonda risata femminile e nuovamente dei passi nell’erba che si allontanavano.

Oggi i gestori del palazzo affermano che prima di concedere stanze in affitto a sconosciuti si premurano di avvisarli della possibilità di disturbi notturni dovuti al fantasma di Sally e sono in molti che al mattino dopo, sorridendo, sono convinti che qualcuno del personale si diverta a far loro scherzi.

Molti, più superstiziosi e paurosi, hanno affermato che spesso i gioielli da donna vengono trovati rotti o gettati alla rinfusa nelle camere, e che di notte spesso le coperte vengono scalzate da una forza invisibile.
Per chi volesse testare la presenza spettrale di Sally ci sono sempre un paio di camere a disposizione di turisti o curiosi.



redazione