Catania Film Fest 2019: dal 3 al 6 aprile al Cinema Odeon, l’ottava edizione

In social up by Francesco BelliaLeave a Comment

Riparte la macchina organizzativa del Catania Film Fest, Premio “Gold Elephant World Awards”, il festival delle opere prime e seconde inedite in Sicilia. Dal 3 al 6 aprile, la kermesse – ideata da Cateno Piazza e prodotta da Daniele Urciuolo – propone un programma ricco di appuntamenti e proiezioni che si svolgeranno, quest’anno, presso il Cine Teatro Odeon di Catania. 

Il Catania Film Fest – Gold Elephant World è organizzato dall’Associazione Culturale “Alfiere Productions” in collaborazione con l’associazione Unieventi e con il patrocinio della Sensi Contemporanei, Agenzia per la Coesione Territoriale, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – MIBACT – Direzione Generale per il Cinema, Regione Siciliana – Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo – Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo, Sicilia Film Commission e Regione Siciliana, Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e del Comune di Catania.

1. La Direzione artistica

Sarà curata da Cateno Piazza, Emanuele Rauco e Laura Luchetti.

Cateno Piazza: E’ ideatore e direttore artistico di diversi eventi culturali, manifestazioni, iniziative, progetti culturali e cinematografici. È ideatore del progetto dedicato al cineturismo dal titolo “Catania si gira!”. Ha organizzato incontri e workshop con registi, attori e maestri del cinema. Tra gli eventi diretti si annoverano, le Rassegna Cinematografica “Glory to the basterds”, “CineMedea”, “Lunedì… al Cinema”, il Formia Film Fest, il Festival del fumetto Etna Comics e Street Fashion & Food. È il co-fondatore del brand creativo Magmatique e della società di servizi per il cinema e gli eventi Mag Produzione. Dal 2015 partecipa attivamente in qualità di relatore alle tavole rotonde dedicate alle giovani produzioni, al futuro cinematografico, al Cineturismo e alla promozione del territorio organizzate presso il Lido di Venezia, Hotel Excelsior, Spazio Regione Veneto in collaborazione con Fabrique du Cinema e Alfiere Productions. Dal 2017 coordina l’Area Movie di Etna Comics e dal 2012 è direttore artistico delCatania Film Fest – Gold Elephant World Awards.  

Emanuele Rauco: Critico e giornalista di cinema, spettacolo e media. Scrive dal 2014 per la Rivista il Cinematografo e per “Il Mucchio”. Dal 2015 Consulente per la selezione del Catania Film Festival. Dal 2016 Selezionatore per la Mostra del Cinema di Venezia, nonché Consulente per la Selezione ufficiale del Formia Film Festival. Anche Collaboratore di quotidiani (L’opinione), periodici (Cineforum, The Cinema Show, Progress, SediciNoni, Clickbait, Asylum), siti internet (Il sussidiario, blog dell’ Huffington Post, Point Blank, Cinefile, Superga Cinema, Taxi Drivers, Outout), trasmissioni televisive (Square, I cinepatici). E’ gestore del Canale You tube di critica cinematografica “Emanuele Rauco” (http://www.youtube.com/user/MrGrouchoromano). Moderatore di conferenze stampa e incontri con autori e registi durante rassegne e festival. Dal 2019 è Co-Direttore Artistico del Catania Film Festival – Gold Elephant World.

Laura Luchetti: Negli anni ha girato cortometraggi premiati in vari Festival Internazionali, video musicali e pubblicita’. Ha scritto e diretto due episodi del film corale “Feisbum” e due opere teatrali legate al mondo della musica classica (“Il Giardino del Maestro” con Alessio Boni e l’adattamento di “Histoire du Soldat” con Andrea Bosca). Ha diretto e prodotto un documentario per Channel Four e Miramax sul regista inglese Anthony Minghella. Nel 2014 negli Stati Uniti ha fatto parte del progetto Consenses Art International Exhibition con la sua prima Video Installazione “Searching“. Il suo primo lungometraggio “Febbre da Fieno” e’ stato selezionato e premiato in importanti Festivals internazionali.“Fiore Gemello” il suo secondo film, ha avuto la sua prima mondiale al TIFF Toronto International Film Festival, aggiudicandosi la Menzione d’Onore del Premio della Critica Internazione FIPRESCI. “Fiore Gemello” ha poi vinto come miglior film l’Antigone D’oro al Cinemed – Festival Cinema Mediterranéen Montpellier, il Premio della Giuria Giovani al Festival du Cinema Italien di Villerupt e il premio come Miglior lungometraggio al Festival de Cine Italiano de Madrid. Il film è stato inoltre selezionato al Busan International Film festival. Il copione di “Fiore Gemello” è stato selezionato all’Atelier del Festival di Cannes 2015 e al Sundance Screenwriters Lab 2015.

Il suo primo progetto in animazione a passo uno “Bagni” è stato finalista nella Cinquina dei Nastri D’Argento 2016 ed è stato selezionato in concorso in numerosi Festival internazionali ricevendo numerosi premi. Nel 2018 il suo cortometraggio in stop-motion “Sugarlove” è stato selezionato tra gli Eventi Speciali della 33esima edizione della Settimana Internazionale della Critica, a Venezia.

2. Le Giurie del Festival

Il festival vedrà la partecipazione di due giurie, che assegneranno premi e riconoscimenti ai film e ai cortometraggi presentati durante le giornate del festival.

La Giuria di Qualità sarà composta da esponenti del cinema e dello spettacolo: Daniele Ciprì (Presidente), Anna Ferzetti e Roberto Cipullo.

Daniele Cipri: Regista, Sceneggiatore e Direttore della Fotografia di origini palermitane. Dopo gli sketch televisivi di Cinico tv, collabora con Franco Maresco nel realizzare i suoi primi film: “Lo zio di Brooklyn”, “Toto che visse due volte” e, in seguito, “Il ritorno di Cagliostro”. Direttore della Fotografia per molti registi italiani. Nel 2010 riceve il David di Donatello per la Miglior Fotografia con il film “Vincere!” di Marco Bellocchio, premiato anche al Chicago International Film Festival. Con “È stato il figlio” (2012), di cui è anche regista, si aggiudca il Premio Osella per il Miglior Contributo Tecnico alla 69 Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Anche docente di regia all’Accademia Cinema e Televisione Griffith di Roma.

Anna Ferzetti: Attrice per televisione, cinema e teatro. Dopo aver studiato musical, danza e cinema a Vienna, lavora molto in teatro e parallelamente in tv, dove esordisce con “Stiamo bene insieme di Sindoni. Il successo di pubblico arriva con la serie tv e web serie “Una mamma imperfetta”, scritta e diretta da Ivan Cotroneo, andata in onda per due stagioni sulla Rai. Tra i suoi ruoli al cinema, “Il colore nascosto delle cose” di Silvio Soldini e “Terapia di coppia per amanti” di Alessio Maria Federici. Nel 2019 conduce il “Prima Festival”, in diretta al red carpet del Teatro Ariston di Sanremo.

Roberto Cipullo: Produttore cinematografico italiano di numerosi film di successo. Tra i film più recenti da lui prodotti “Ovunque tu sarai” (2017), “Sconnessi” (2018), Compromessi Sposi (2019). Nel 2007 produce “Il colore della libertà” con attori internazionali come Ralph Fiennes e Diane Kruger.

La Giuria Giovani, cuore pulsante di questa edizione, sarà composta, invece, da studenti delle scuole superiori di ogni parte d’Italia e universitari (giovani di nazionalità italiana o straniera in età compresa tra i 16 e i 30 anni) inclusi gli istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale e le Scuole di Cinema. I giovani interessati a far parte della giuria possono fare richiesta di iscrizione al Festival, mediante il Gruppo Facebook dedicato.Il ruolo di Presidente della Giuria Giovani sarà rivestito dal pluripremiato regista Aldo Iuliano.

Aldo Iuliano: Regista e disegnatore di fumetti. Approfondisce la sperimentazione cinematografica insieme al fratello sceneggiatore Severino, girando molti cortometraggi, selezionati e premiati in Italia e all’estero. Ha lavorato per Rai, Fox, Mediaset, ha diretto spot, videoclip, serie web, format tv. Il suo cortometraggio “Penalty” ha vinto il Globo d’oro 2017, è stato in cinquina finalista ai Nastri d’Argento 2017, ha vinto il premio SIAE “Miglior cortometraggio” (I LOVE GAI) alla 74° Mostra del Cinema di Venezia, è arrivato in Official selection in quattro Festival del circuito Academy Awards, oltre 40 premi internazionali ed è arrivato ad essere elegibile per gli Oscar 2018. Dal 2015 è docente di regia presso la Romeur Film Academy.

3.I Film e i Cortometraggi:

Lungometraggi:

 Diario di Tonnara (ITALIA), di Giovanni Zuppeddu.Un documentario che si fa interprete di storie di mare, che sono della Sicilia e del mondo. E che attraverso le immagini di repertorio di maestri come De Seta, Quilici, Alliata, trattate con il rispetto della passione, racconta un pezzo profondo di storia del nostro cinema. Un tempo e un cinema che a volte possiamo sentire perduti, e che invece questo film ci restituisce presenti, contemporanei, accanto a noi.

Tutte le mie notti (ITALIA) di Manfredi Lucibello, un thriller psicologico che ruota intorno a segreti, bugie, paure, nate dall’incontro tra due donne.

 Go Home – A casa loro (ITALIA) di Luna Gualano , una storia di migranti e intolleranza, ambientata nella periferia di Roma e rappresentata mediante l’ horror allegorico di un’epidemia zombie.

Jellyfish (GRAN BRETAGNA), di James Gardner, un film psicologico tra commedia e dramma che racconta una storia individuale di riscatto, in un contesto opprimente, in apparenza senza via d’uscita.

Tulipani: love, honour and a bicycle (OLANDA, ITALIA, CANADA) del regista premio Oscar Mike Van Diem, una storia ricca di passioni, emozioni, paure:un viaggio nell’Italia meridionale degli anni ’50 e ’80 per ricercare e riscoprire le proprie origini e affrontare l’ombra della vendetta.

Cortometraggi Europei

I cortometraggi europei “in concorso” sono: Aggrappati a me di Luca Arcidiacono (ITALIA), Bavure di Donato Sansone (FRANCIA),Candeline di Asiyat Gamzatova (ITALY, UNITED KINGDOM), Goodbye Marilyn di Maria Di Razza (ITALIA)  Inanimate di Lucia Bulgheroni (ITALIA, UK), Il nostro concerto di Francesco Piras (ITALIA), Il mondiale in piazza di Vito Palmieri (ITALIA), Nightshade di Shady El-Hamus (NETHERLANDS), Moths to flame di Luca Jankovic, Marco Pellegrino (ITALIA), The essence of everything di Daniele Barbiero (ITALIA, GERMANIA), The years di Sara Fgaier (ITALIA, FRANCIA), U muschittieri di Vito Palumbo (ITALIA) e infine, Briganti di Fabrizio e Bruno Urso (ITALIA), Epicentro di Leandro Picarella (ITALIA) e Parru pi tia di Giuseppe Carleo (ITALIA).