Arriva Lies: l’app che smaschera i falsi amici

Vi è mai capitato di chiedervi quanto i vostri amici vi conoscano in realtà? A quanto pare qualcuno ci avrebbe già pensato, a tal punto da creare une vera e propria applicazione in grado di testare i rapporti d’amicizia. L’app in questione si chiama Lies e permette ai suoi utenti di mettere alla prova gli amici con alcune domande sulla vita e sui propri interessi per poi valutare, in base ai risultati, il loro grado di preparazione.

Il funzionamento è abbastanza semplice. Prima di tutto occorrerà iscriversi e procedere alla creazione di un proprio profilo, dopodiché si procederà al caricamento dei propri contatti e alla stesura di alcune domande, una sorta di quiz con tanto di swipe a destra e sinistra, riprendendo quindi la struttura del modello Tinder. A questo punto i vostri amici dovranno rispondere alle domande del test e dimostrare di conoscervi per davvero. L’alternativa corretta è una soltanto tra le diverse proposte e le domande sono molto varie, dai vostri interessi principali alle vostre paure, dalla vostra vita o esperienze e così via.

Il meccanismo dell’applicazione non sembra però essere nuovo. Secondo alcuni infatti riprenderebbe la struttura di To Be Honest, l’app dedicata alla creazione dei sondaggi che permette agli utenti di rispondere in maniera anonima alle domande proposte dagli amici, acquistata tra l’altro poco tempo fa dallo stesso Facebook.

Autore dell’applicazione in esame è il giovane Michael Sayman, una sorta di bambino prodigio che a soli 17 anni è riuscito a salvare la propria famiglia dalla bancarotta attraverso la creazione di un’app. Successivamente Zuckerberg lo reclutò all’interno del suo team come più giovane impiegato di Facebook. Qualche tempo dopo Sayman ha lasciato l’azienda per passare a Google, fino ad arrivare alla creazione di quella che oggi viene definita come l‘app in grado di porre fine alle amicizie.



Erminia Lorito