Ansia: come affrontare la paura più banale convivendoci

Pacchetto prendi due paghi uno, se conosci qualcuno che soffre di ansia, buona fortuna. Fidati, ne avrai bisogno.

Occasione importante? Colloquio di lavoro, primo esame all’università o primo appuntamento? Se non sei una persona ansiosa di sicuro tutto questo ti sembrerà la semplice routine, se invece non lo sei allora sarà come scalare il monte bianco indossando delle scarpe tacco 12! L’ansia è la nostra peggior nemica, arriva quando meno ce la aspettiamo e difficilmente da via dopo qualche minuto. Insomma, è come i parenti a Natale: vengono per un saluto veloce e per scambiarsi gli auguri e rimangono fino alla Befana. Questo stato d’animo gestisce le nostre giornate e scandisce i nostri impegni, vivere con l’ansia o con accanto una persona ansiosa non è per nulla facile. Servono pazienza, una gran dose di camomilla, essenza di lavanda e, l’abbiamo già detto pazienza?

Comunque, a parte gli scherzi, parliamoci chiaro. Chi è ansioso trascorre una vita di merda, ma non per forza deve essere così. Ecco alcuni consigli per risollevare le sorti della tua esistenza da paranoico incallito!

3 mantra anti ansia da seguire alla lettera

Pensa come reagirebbe la te stessa ideale

Pensa alla persona che vorresti diventare e comportati come lei farebbe. Ripetiti che puoi farcela, all’inizio potrai non crederci, ridere di te stessa e crederti una stupida, ma fondamentalmente se una cosa la ripeti spesso prima o poi finirai per crederci. Pensaci bene: se tutti i tuoi amici ti dicono che quel ragazzo è poco affidabile (anche se per te non lo era), prima o poi finirà nella tua lista nera dei ragazzi da evitare per osmosi.

Ridici soprattutto

Ridere allenta la tensione e rilascia endorfine. Insomma se ogni tanto ridi un po’ non muore nessuno, anzi. Impara a prenderti poco sul serio. Ridi dei tuoi errori e scherza sui tuoi difetti (senza esagerare, ovviamente). Lo sappiamo, vivere con l’ansia non è semplice, ma ridere aiuta a superare anche i momenti più bui.

Impara dalla paura

La paura sviluppa l’immaginazione. Crea modi alternativi per combatterla creando ed ipotizzando degli immaginari. L’ansia, le paure e le storie siamo noi a crearle, siamo noi a deciderne il decorso e il susseguirsi degli avvenimenti. Immagina e impara a superare la paranoia ipotizzando un futuro migliore ed idealizzato. Sul momento ti sentirai subito meglio.

Ma se tutto questo non dovesse funzionare allora: coinvolgi altre persone, non rimuginare sul latte versato, idealizza un futuro, cogli le occasioni anche se ti spaventano e vivi al 101%.



Silvia Menon