I 5 regali che proprio non gli piacciono!

In EXPERIENCE, LIFESTYLE by Emilia GranitoLeave a Comment

Esistono leggi universalmente valide per tutti: la gravità, E=mc2, se sei in ritardo troverai il vecchio col cappello che viaggia a 5 km/h, il gatto cade sempre in piedi. Ebbene, dopo accurate ricerche, prove di laboratorio e indagini sul campo, siamo in grado di enunciare un altro assunto eterno ed immutabile, che riguarda i regali che le donzelle fanno ai propri partner:

Lo schifo che lui prova per un tuo regalo è direttamente proporzionale alla passione ed all’impegno che ci metti nel farglielo.

Andiamo per gradi. Si avvicina una ricorrenza speciale, che richiede dei regali, ed ovviamente care ragazze siete nel panico: mancano tre mesi ed ancora non avete la più pallida idea di cosa comprare; mancano due mesi ed avete già scartato tutte quelle idee che vi sembravano geniali; manca un mese e vi state districando fra un banale profumo ed una ancor più banale camicia. A due settimane dal giorno X state seriamente pensando a come non avevate di questi problemi quando eravate single, e mentre state chiedendo consigli anche al controllore sul treno… SBAM! L’idea vi folgora, come avete fatto a non pensarci prima? Iniziate a riflettere freneticamente su come organizzare la sorpresa, dove conviene comprarlo, ma soprattutto iniziate ad immaginare la sua faccia dopo aver scartato la confezione, la sua gioia nel dirvi “è proprio quello che volevo“.

Abbiamo chiesto ad alcune ragazze della redazione di Social Up quali siano stati i regali più sbagliati che abbiano mai fatto ad un loro partner. Prima che sia troppo tardi, vi consigliamo di controllare che quel regalo a cui avete pensato non compaia nella nostra lista dei regali che proprio non gli piacciono.

1. Un viaggio insieme. Tutte adoriamo l’idea di prendere il primo aereo/treno/autobus/mulo e sparire dalla nostra quotidianità per alcuni giorni. Perché quest’idea non dovrebbe piacere al nostro ragazzo? E allora eccoci lì, appena uscite dall’agenzia di viaggi, sicure che il nostro lui stia già preparando la valigia. Niente di più sbagliato: il vostro pantofolaio preferito suda freddo all’idea che non avrà il suo bagno (con tutti i problemi connessi alla stitichezza che ne deriva!) e vi sta maledicendo nemmeno in gran segreto. Considerate poi che una vacanza è una “prova di convivenza”, e potreste rimanere davvero deluse scoprendo che, come tutti gli uomini, il vostro lui fa la pipì in piedi schizzando su tutta la tavoletta.

2. Relax. Rientrano in questa categoria soprattutto i fine settimana in spa: se vi sembrano un’idea carina è perché l’idea piace soltanto a voi! Alla prima occasione utile (ad esempio mentre siete sommerse dai fanghi d’alga anti cellulite) lui avrà già preso la valigia (ecco perché non l’ha mai disfatta!) e vi avrà piantate in asso. Un consiglio per desistere da quest’idea malsana: immaginatelo mentre una gnocca spaziale gli spalma l’olio per tutto il corpo massaggiandolo e dicendogli di rilassarsi, perché è esattamente quello che succederà. Ora cambiate il nome sulla prenotazione ed andate a rilassarvi con la vostra migliore amica; il suo regalo sarà quello di essere libero di passare il week-end in mutande giocando ai videogiochi con i suoi amici con annessa gara di rutto libero.

3. La sua passione. Se alla domanda “Perché credi sia il regalo perfetto?” la vostra risposta è “Perché lui adora questo genere di cose” avete solo una possibilità: bruciate il regalo e fate finta di essere state derubate. Perché voi, al contrario del vostro ragazzo, non ne capite niente di “quel genere di cose” ed al 90% avrete toppato alla grande. Ama la tecnologia? Avete sbagliato modello o caratteristiche tecniche. Lo sport è la sua passione? Regalate al vostro sfegatato milanista la maglia originale di Zanetti (che non giochi nemmeno più per voi non è un problema). Io stessa ho commesso questo errore: al patito di auto sportive ad alta velocità ho regalato due giri alla guida di una Ferrari… Peccato fosse un corso di guida sicura!

4. Giocattoli. No, dico, ma siamo serie? Quando dovete uscire ci impiegate dalle 2 alle 6 ore di media per scollarlo dall’xbox, e poi gli regalate l’ultimo call of duty? Siete senza speranza! (Ah, giusto per la cronaca, quel gioco lo aveva già).

5. Il vostro corpo. Non che gli dispiaccia, ma sarebbe come vendere ghiaccio ai pinguini… fate un po’ voi!