Voglia di sushi? A Milano puoi pagarlo con i follower di Instagram

In WEB by Sharon SantarelliLeave a Comment

Il potere di Instagram, ma soprattutto dei Followers sembra stia diventando inarrestabile, pare che ora con chi ti segue ci puoi perfino pagare un bel sushi. Già, avete capito bene, si chiama “This is not a sushi bar”, si trova a Milano, in via Lazzaro Papi 6 (zona Porta Romana), ed a partire dal 15 ottobre attiverà questa nuota tipologia di pagamento. E’ il primo ristorante di sushi in Italia che accetta come “moneta” i follower di Instagram al posto dei soldi.

L’idea è questa:  la quantità di sushi che puoi mangiare dipende in maniera esattamente proporzionale dal numero di utenti che seguono il tuo profilo. Dai mille ai 5mila follower hai diritto a un piatto gratuito, da 5mila a 10mila a due piatti gratis, da 10mila a 50mila a quattro, oltre i 100mila l’intera cena viene offerta. Per accreditare la possibilità di questo pagamento un po’ estroso, sulla porta del ristorante è stato affisso un adesivo che recita “Si accettano follower”. Un po’ come il “Si accettano carte di credito”. Per poterne usufruire è necessario mostrare alla cassa un post con le foto dei piatti consumati, postati ovviamente con l’hashtag #thisisnotasushibar ed il tag alla pagina @thisisnotasushibar. Non tutti i piatti rientrano però nell’offerta, insieme ad alcune bevande, che mantengono il loro metodo di pagamento…standard.

Matteo e Tommaso Pittarello, fratelli e proprietari del piccolo ristorante di sushi milanese creato con un idea assolutamente 2.0, hanno affermato in una loro dichiarazione: “La finalità è duplice. Da un lato puntiamo a stimolare in maniera innovativa e inclusiva la presenza nel locale e la partecipazione dei nostri clienti, dato che oltre l’80 per cento della nostra attività è incentrata sulla consegna a domicilio, e dall’altro vogliamo rendere questo ristorante unico, a livello nazionale e non solo”.

Certamente, in questo modo, non solo aumentano le presenze nel locale, ma creano una sorta di curiosità e di aspettativa. Sicuramente il ristorante attirerà la curiosità di personaggi conosciuti e famosi (almeno sul web) portando, di riflesso, i loro fans a frequentare il locale, magari per incontrarli. In questo modo ci saranno social star che avranno cene offerte grazie a noi, e noi che pagheremo il nostri sushi “cash” per incontrarli o semplicemente per visitare questa nuova proposta gastronomica un pò millenial.

Infatti, nonostante un sushino gratis fa sicuramente piacere, non è certo un’offerta della quale possono benificiare in molti.