Viaggia con noi nell’Età di Mezzo! 8 borghi medievali perfetti

In #CulturalMente by Andrea Colore Comments

Vi abbiamo spesso parlato di mete di viaggio allettanti, di vacanze per coppiette e di suggestive cittadelle sperdute. Oggi invece sarà la giornata dedicata agli appassionati di storia e cultura. E’ infatti invalsa la moda di denotare con l’espressione “turismo culturale” tutto ciò che concerne le scampagnate nelle città d’arte, la visite ai musei e le passeggiate fra le rovine. In Europa sono disseminati molti paesini – all’orecchio, magari sconosciuti – che hanno una storia millenaria alle spalle.

Ecco perché oggi vogliamo proporre un tour in 8 borghi medievali sparsi per l’Europa. Alcuni saranno a pochi passi da voi, altri saranno un po’ più distanti. Se siete degli appassionati di storia, non potrete non visitare queste città, immerse in un alone di mistero che vi catapulterà indietro di 1000 anni.

Cominciamo dall’Italia, da un paese che molti conoscono come la “città delle 100 torri”: San Gimignano. Le torri sono un marchio di fabbrica delle città medievali. Già abitata al tempo degli Etruschi, nel corso del Medioevo San Gimignano acquista la sua indipendenza economica dalla vicina città di Volterra.

Nonostante alcuni rifacimenti otto-novecenteschi, la città conserva pressoché intatta l’antica struttura duecentesca. Oltre alle innumerevoli chiese, i principali luoghi di interesse sono la Loggia del comune, il Palazzo Vecchio del Podestà, la Rocca di Montestaffoli e la Porta di San Giovanni.

Sempre italiana è Civita di Bagnoregio. E’ annoverata fra i borghi più belli d’Italia ed è situata in provincia di Viterbo. La città è situata nell’area del lago di Bolsena e della valle del Tevere. Questa rocchetta ospita molti centri di interesse, fra cui la chiesa di San Donato e la casa natale di San Bonaventura, mentre dal punto di vista paesaggistico sono famosi i calanchi, un fenomeno geologico tipico delle rocce argillose della zona. Vale veramente la pena!

E’ spagnola la città di Besalù, che conserva tutto il fascino della città mediterranea dell’età di mezzo. E’ situata in Catalogna, al confine con la Francia ed è stata un crocevia di popoli e culture durante tutto il periodo medievale.

Il castello e il ponte sono due delle attrazioni principali. Esiste anche un curioso museo delle miniature che non dovete perdervi. La posizione strategica offre infine la possibilità di visitare Barcellona e la Francia.

Trasferendoci in Francia, nella fresca Bretagna, imperdibile è il borgo di Saint-Malo. La peculiarità della cittadella che la rende unica nel suo genere è la fortificazione in riva al mare, in una regione fortemente soggetta alle maree (siamo infatti vicini alla meravigliosa Mont Saint-Michel, non perdetevela!). Da aggiungere alla lista dei desideri sono anche: il castello, il Fort-National e, per i romantici, la tomba di François-René de Chateaubriand, che offre una meravigliosa vista mare, imperdibile.

Rimanendo in Bretagna, è possibile visitare una delle roccaforti medievali più grandi oggi conservate: la città di Fougères. La città è a poca distanza da Saint-Malo. Imperdibile è un tour fra le mura del castello: se non si vede questo, non si può dire di aver visto Fougères. Aggiungete alla lista anche i giardini pubblici e le chiese di San Sulpicio e San Leonardo, giusto per non farvi mancare niente.

Sempre francese, ma in Occitania, è Carcassonne, un borgo medievale del XII secolo, i cui primi insediamenti risalgono già prima dell’impero romano. E’ la classica “città fortificata”, cinta da 3 chilometri di mura con 52 torri che si ergono maestose. Si consiglia di visitarla in estete, non solo per il clima, quanto per l’imperdibile spettacolo di fuochi d’artificio del 14 luglio. Chateau Comital, Saint-Nazaire e la Bastide Saint-Louise sono tre mete raccomandate, coltre ai consueti ponti, castelli e mura, un must per città del genere.

Nel Wiltshire, in Inghilterra, ha sede un paesello di appena 350 anime, ritenuto il più bel paese di tutta l’Inghilterra: Castle Combe. Le case sono fatte tutte di pietra e attorniano la piazza centrale, caratterizzata dalla tipica market cross. Il luoghi più interessanti sono il Manor House Hotel, risalente al XIV secolo, e la Chiesa di Sant’Andrea, che conserva tutt’oggi uno dei più antichi orologi astronomici ancora funzionanti in Inghilterra.

Spostiamoci infine in Germania. Lungo il corso della Mosa – Renania-Palatino -, sorge la città di Cochem. La parte antica domina sul resto della città e l’unico luogo di interesse è sicuramente il castello: la fortezza Reichsburg, uno dei pochi castelli tedeschi ricostruito nel suo stile originale dopo la distruzione. Altri siti interessanti sono la piazza del mercato e il rimodernizzato “mulino della senape”.

Cochem è anche un luogo eccellente per le escursioni.

Siete pronti? Cosa aspettate a mettere in spalla il vostro zaino e avventurarvi in un meraviglioso viaggio nel tempo? Questi castelli, queste mura, questa storia aspetta solo voi!