Una mucca in una galleria a Isernia: il video è virale

Una mucca in galleria. No, non è il titolo di un film d’animazione ma un fatto realmente accaduto e al quale hanno assisitito alcuni automobilisti nei pressi di Isernia. Una scena unica e rara, che ha naturalmente ha suscitata curiosità e sorrisi. Al suo seguito della mucca, una pattuglia di carabinieri con i lampeggianti accessi, costretta a scortare l’animale per evitare incidenti e segnalare il pericolo agli automobilisti.

In una delle gallerie nei pressi della città molisana di Isernia, infatti, gli automobilisti si sono ritrovati davanti ad una mucca che pascolava tranquillamente in una galleria. Al suo segutio, i carabinieri che scortava l’animale e allertavano gli automobilisti del pericolo. A riprendere la scena, come riportato dal quotidiano locale “Primonumero”, alcuni ragazzi di rientro dalla Canarie. Uno di loro, ha immediatamente preso lo smartphone e ha ripreso la scena. Un video, postato poi sui social, è diventato subito virale. Pochi secondi tra risate ed incredulità.

Ancora non sono chiare le ragioni che hanno spinto l’animale a incammianrsi lungo la statale 85. Non si sa nenache come la mucca sia riuscita ad introdursi sulla carreggiata che collega Isernia al capoluogo molisano. Si tratta di una strada molto trafficata, con auto e mezzi pensanti che viaggiano anche a velocità sostenuta. Subito sono stati allertati i carabinieri dagli automobilisti che hanno visto l’animale addentrardi nel tunnel. Il loro intervento ha scongiurato il reale pericolo di un incidente.

I militari hanno impiegato un pò prima di riuscire a convinvere la mucca a proseguire la sua passeggiata in un luogo più idoneo. Scortata fino all’uscita della galleria, l’animale è stato fermto dai vigili del fuoco e restituito al legittimo proprietario. Si tratta di un allevatore della zona che aveva perso di vista l’animale. Grazie all’intervento delle forze dell’ordine, a parte qualche risata e battuta, non è accaduto nulla di grave. La mucca è tornata a casa con il resto della mandria, sana e salva.



Catiuscia Polzella