Una lotta all’ultimo punto per la Champions League

In SPORT by Marco NuzzoLeave a Comment

La Serie A ha già dato i primi verdetti: la Juventus è campione d’Italia per l’ottavo anno consecutivo, il Napoli è matematicamente al secondo posto, il Frosinone e il Chievo Verona sono retrocessi in Serie B. Questo non significa che il campionato sia già finito. Anzi, c’è ancora una cosa da stabilire: chi andrà in Champions League 2019/2020, chi riuscirà a strappare il biglietto per il paradiso e chi dovrà accontentarsi del purgatorio dell’Europa League, che comprende trasferte lunghissime e stancanti.

Le squadre in lotta per un posto nell’Europa che conta sono Inter, Atalanta, Milan, Roma, Torino, Lazio. Sei squadre per due posti. Vediamo come arrivano a due giornate dal termine del campionato.

Inter: la squadra allenata da Spalletti sembra essere la favorita per il terzo posto. A quota 66 punti, la squadra meneghina dovrà però vedersela con il Napoli di Ancelotti, saldamente al secondo posto, e con l’Empoli di Andreazzoli, che giocherà questo finale di stagione con la bava alla bocca, con l’obiettivo della salvezza. Il campionato dei nerazzurri non è stato facile, a causa degli scossoni interni dovuti al caso Icardi. Quello che conta, ora, è che tutto però venga accantonato per centrare l’obiettivo, magari non all’ultimo minuto come successe l’anno scorso, quando l’Inter si impose sulla Lazio per 3-2 allo scadere. Per dormire sonni tranquilli, comunque, l’Inter dovrà almeno fare tre punti per avere la certezza di giocare, per il secondo anno consecutivo, la Champions League,

Atalanta: è la vera rivelazione del campionato. Quarta a quota 65 punti, la squadra di Gasperini ha sempre espresso un gioco spumeggiante e divertente, non perdendo mai di efficacia e riuscendo a raggiungere risultati importanti. La stagione fino ad ora stellare potrebbe essere uno stimolo in più per gli orobici, desiderosi di raggiungere, per la prima volta nella sua storia, la massima competizione europea. La dea, però, dovrà vedersela con la Juventus e con il Sassuolo. I bianconeri non vorranno di certo festeggiare lo scudetto davanti ai propri tifosi con una sconfitta, e di certo non saranno un avversario facile, considerando anche il 2-2 dell’andata e l’umiliante eliminazione dalla Coppa Italia per 3-0 sempre contro la squadra bergamasca. Diverso il discorso per il Sassuolo: la squadra di De Zerbi, ormai, non ha niente da dire al campionato, con la salvezza ormai raggiunta. Potrebbe essere più facile.

Milan: la squadra di Gattuso ha vissuto un campionato decisamente altalenante. Dopo il cambio di proprietà, tutti si aspettavano qualcosa in più dai rossoneri, che però possono ancora concludere il campionato a 68 punti; sarebbe il risultato migliore della squadra milanese dalla stagione 2012/2013, conclusasi al terzo posto a quota 72 punti. Il Milan, quinto a quota 62 punti, sulla carta ha il calendario migliore, dato che dovrà fronteggiare Frosinone, ormai retrocesso e Spal, salva da diverse giornate. Per sperare nella Champions, però, il Milan non può contare solo sulle proprie forze, perché dovrà anche sperare che l’Atalanta faccia un passo falso contro Juventus o Sassuolo. Non sarà semplice. In caso di quarto posto a pari merito con l’Atalanta o Roma, tuttavia, sarebbero i rossoneri ad assicurarsi un posto in Champions, visti gli scontri diretti a favore.

Roma: galvanizzati dalla vittoria per 2-0 contro i campioni d’Italia, i giallorossi, a quota 62 punti, non hanno mai smesso di crederci. La stagione, che è stata decisamente sottotono, ha visto anche un cambio in panchina a campionato in corso: Di Francesco, infatti, ha lasciato il posto a Ranieri, traghettatore fino al termine del campionato ma che non sarà confermato per il prossimo. La Roma, al centro dell’attenzione per il caso De Rossi, dovrà vedersela con il Sassuolo e il Parma, bisognoso di punti per salvarsi.

Torino: i granata sono anche loro reduci da un ottimo campionato e sono lì, a 60 punti, a contendersi un posto. Dopo la vittoria in rimonta per 3-2 contro il Sassuolo, la squadra di Mazzarri dovrà vedersela con Empoli e Lazio, in uno scontro diretto molto interessante.

Lazio: la squadra della capitale è quella messa peggio in classifica, dati i suoi 58 punti, frutto di un campionato decisamente al di sotto delle aspettative. Gli ultimi due scontri vedono la Lazio impegnata con Bologna e Torino. Stando così le cose, è altamente improbabile che riesca ad aggiudicarsi un posto in Champions League, dato che la distanza con le concorrenti è troppo grande.

Ci sarà da divertirsi insomma in questo finale di stagione. La lotta per la Champions entra nel vivo, e non è mai stata così accesa.