Triple Frontier: bel colpo Netflix!

Triple Frontier è l’ennesimo film di produzione Netflix, che ha visto poco o quasi per niente le sale cinematografiche prima del rilascio online.

Il film, diretto da J.C. Chandor, racconta la storia di cinque ex membri delle forze speciali statunitensi che pianificano un assalto al bunker di un narcotrafficante colombiano per derubarlo.

Il cast vede la presenza di Ben Affleck e Pedro Pascal, l’agente Pena di narcosiana memoria, cooprotagonisti insieme a Oscar Isaac, Charlie Hunnam, Garrett Hedlund. Se la produzione del film risale solo a due anni fa, non si può dire lo stesso del progetto, venuto alla luce nel 2010, ma mai andato in porto fino all’acquisto dei diritti da parte di Netflix.

Ci si potrebbe aspettare un action movie, in pieno stile americano, caratterizzato da pallottole ed esplosioni spettacolari, con conseguenti montaggi che contribuiscono ad aumentare la tensione nello spettatore…ma così non è.

Il film scorre lento e con giudizio, quasi volendo far immedesimare lo spettatore nella calma che hanno i protagonisti nel pianificare dettaglio per dettaglio l’assalto alla roccaforte del narcos. Da apprezzare anche la rilevanza data alle ambientazioni, con riprese ampie che danno risalto paesaggi fluviali ed ai colori della giungla; infatti il film è stato girato per intero tra Colombia ed Hawaii.

I protagonisti non interpretano il ruolo degli eroi integri e senza paure, come in altre pellicole a sfondo militare, anzi risultano essere sempre in perenne conflitto tra avidità e rispetto della morale. Si può dire che la narrazione sia molto vicina alle sensazioni provate da alcuni personaggi dei “buoni” di Narcos, pronti a tutto, anche a venir meno a principi morali, per arrivare a stanare il loro target.

Triple Frontier ha la capacità di mettere in luce le riflessioni dei protagonisti, insieme a tutti i loro dubbi e conflitti, ma allo stesso tempo di non fossilizzarsi su questo, ma di far modo che gli impasse si “risolvano” passando all’azione, non garantendo sempre il risultato che ci si desidera.

Netflix con questo film continua a portare avanti la sfida nei confronti del mondo del cinema tradizionale, dando più importanza agli utenti streaming rispetto alle sale cinematografiche. E’ positivo che i film di produzione Netflix, con la partecipazione di attori del grande schermo, non siano solamente “made in USA”, come il caso de “Lo Spietato”, con Riccardo Scamarcio, in uscita nelle prossime settimane al cinema e in streaming.

Triple Frontier è un film pieno di emozioni e dilemmi morali, diverso dai classici film sul binomio narcos-USA, in cui i colpi di scena non mancano, anche in assenza di piogge di pallottole, in cui emergono le paure e i pensieri degli uomini impegnati in questa lotta.



Paride Rossi