Trenino rosso del Bernina Tirano St. Moritz patrimonio UNESCO

redazione

In #Instaworld, #Travel, MONDO / redazione / Leave a Comment

Il Trenino rosso del Bernina che nel 2008 è entrato a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, parte da Tirano, in provincia di Sondrio, Valtellina e raggiunge St. Moritz (Svizzera) arriva pensate a 1850 m, attraversando il Passo del Bernina (2353 m. s.l.m.).

Questo meraviglio treno, è proprio il caso di dirlo, scala nel vero senso della parola, la montagna, e vi farà toccare il cielo.

Il paesaggio che vi viene offerto è una natura che varia attimo dopo attimo, si parte da una flora vivente a 300 m di altezza fino ad arrivare a quella dei 2300, dal verde incantato dei boschi della Valtellina al bianco manto di neve che ricopre il suo tragitto in salita, donandole un candore immacolato.

Il trenino viaggia per tutto l’arco dell’anno, e le partenze sono  circa 30 al giorno.

Ciò che entusiasma il turista non è solo la natura ma è anche la ferrovia stessa a dare spettacolo: locomotive e vagoni giocattolo, stazioncine che sembrano fatte a traforo, curve strettissime e in quel momento vi faranno allungare le mani per afferrare la coda del treno, viadotti e gallerie elicoidali con pendenze a tratti impressionanti.

Quasi ogni ora parte da Tirano e da St. Moriz un treno che copre la distanza tra le due cittadine. Senza fermate intermedie, il viaggio dura circa  2 ore e 30 minuti se si sceglie un treno regionale (2 ore e 15 minuti circa con un treno panoramico).

Lungo i 61 km che separano Tirano da St.Moritz sono previste 21 fermate intermedie, molte delle quali a richiesta. Una volta a bordo del treno, un annuncio multilingue (anche in Italiano) ne segnala l’apprestarsi e specifica se si tratta di una fermata a richiesta; in tal caso, per prenotarla, basta premere per tempo il pulsante apposito e ben indicato, che si trova in ogni vagone.

Se partite da Tirano con il treno mattutino, avrete poi tutta la giornata davanti a voi per esplorare qualcuna delle meraviglie che incontrerete durante il percorso. Se programmate delle fermate intermedie, sappiate che il treno sosta generalmente solo il tempo di carico e scarico passeggeri, il che spesso vuol dire non più di 1 minuto. Questo significa che, se volete esplorare i dintorni, dovrete necessariamente prendere il treno successivo. Vi consiglio, dunque, di controllare preventivamente gli orari e di organizzare la vostra passeggiata di conseguenza.

Per chi si appresta per la prima volta ad organizzare un viaggio a bordo del trenino rosso, la prima domanda è: ma qual è la differenza tra treno panoramico e quello regionale? qual è il vero “trenino rosso”? c’è differenza tra Bernina Express e Trenino Rosso? quale devo scegliere?

In effetti, la tratta Tirano-St. Moriz è coperta da due tipologie di treno: il regionale e quello panoramico, quest’ultimo chiamato anche Bernina Express. Di fatto, entrambi possono essere considerati “trenini rossi”, perchè – pur essendo diversi nei servizi –  il percorso che coprono è esattamente lo stesso. E non potrebbe essere diversamente, in quanto la tratta Tirano – St. Moriz è a binario unico!

Il treno panoramico, o Bernina Express (BEX), è cosi detto per i suoi finestrini con vetrata a cupola (i quali, però, non si possono abbassare), che permettono una migliore visuale sul panorama. Su questa tipologia di treno la prenotazione è obbligatoria, per cui il biglietto è più caro rispetto al regionale (circa 20 euro in più a persona, per un biglietto A/R).