The Hostel, la casa più infestata della Gran Bretagna

La Chiesa Cattolica (ma in generale quasi tutte le religioni odierne) ritiene che il male non si insidi solo nel cuore delle persone, ma che possa anche “possedere” oggetti, luoghi e animali.
In particolare, nel libro degli esorcismi “De exorcismis et supplicationibus quibusdam“, si dice che:

“…il Diavolo e gli altri demoni non solo possono manifestare la loro presenza in una persona possedendola o vessandola, ma anche nelle cose e nei luoghi, causando disturbi e malesseri in chi li abita o le possiede”.

Parlando di abitazioni infestate non è facile definire cosa o chi influisca su di esse e nemmeno capirne le motivazioni. Certo è che se l’entità che infesta un luogo (una o a volte più di una) vuole fare del male a qualcuno non tarda a farsi percepire e si manifesta nella maniera più inquietante possibile. E’ infatti noto che le persone che hanno vissuto l’esperienza di una casa infestata non abbiano quasi mai subito incidenti gravi, ma che sano state costrette a scappare più che altro per la paura.

Secondo un articolo del DailyMail, la casa al numero 39 di Degray Street nella città di Hull, East Yorkshire, sarebbe la più infestata del Regno Unito. Nella zona è stata soprannominata “The Hostel” e a quanto pare l’esperienza di viverci anche solo qualche giorno è così terrificante che tutti scappano a gambe levate.
Lo stesso proprietario dell’edificio, Andy Yates, è stato testimone di fenomeni non spiegabili razionalmente, come coltelli sospesi a mezz’aria, ombre che si rincorrono sui muri, sbalzi improvvisi di temperatura, sospiri e oggetti che si spostano da soli.

Pare che l’inquilino che ci ha vissuto più a lungo negli ultimi anni è riuscito a rimanere lì solo per quattro giorni, poi è fuggito rifiutando categoricamente di tornarci, anche solo per indicare i punti dove sono accadute le cose più spaventose. Successivamente ha affermato di aver visto l’ombra di un bambino che usciva dal camino e una serie di coltelli da bistecca che durante la notte volteggiavano sospesi in aria sul suo letto in modo inquietante.

Un altro testimone ha affermato che una notte è stato trascinato fuori dal letto e quasi soffocato da una forza invisibile che lo ha poi scaraventato contro il muro con violenza.

Altri ancora parlano di oggetti che si muovono da soli o spariscono e riappaiono in luoghi impossibili, come in strada o sotto le assi del pavimento; affermano di aver avvertito odori nauseabondi che non vanno via nemmeno dopo aver passato ore a pulire e di porte che anche se chiuse a chiave si aprono e si chiudono a loro piacimento.

Nella maggior parte delle testimonianze però sembra esserci un elemento in comune, la figura nera di un bambino e più bambini che corrono lungo le pareti e a volte sospirano o piangono sommessamente.
Andy Yates ha lasciato che un gruppo di ghost hunters, alcuni medium e una chiaroveggente indagassero sui fenomeni paranormali della casa ed è risultato che

The Hostel ospita un’entità malvagia e diverse anime in pena intrappolate sul nostro piano di esistenza. Il gruppo ha anche affermato di aver visto la sagoma di una donna affacciarsi alle finestre e fissarli finchè non hanno lasciato definitivamente l’edificio..

Sembra che appena qualcuno varchi la porta d’ingresso le presenze inizino a manifestarsi. Se siete abbastanza coraggiosi il proprietario ogni anno invita un gruppo ristretto di persone a sfidare gli orrori della casa: potete provare a trascorrere la notte a The Hostel, dove passerete di tutto tranne che sonni tranquilli!



redazione