The Conjuring – Per ordine del diavolo: l’orrore satanista invade i cinema

Dal 2 giugno al cinema The Conjuring – Per ordine del diavolo è il terzo capitolo della terrificante saga iniziata nel 2013. 

Diretto da Michael Chaves, già regista di La Llrona, questo terzo episodio racconta una nuova indagine dei coniugi Warren, detective dell’occulto (Vera Farmiga e Patrick Wilson). Si tratta di un’indagine diversa dalle altre, che li porterà ad indagare contemporaneamente su più casi, per affrontare nemici demoniaci di rara potenza, ma anche nemici umani, diabolicamente perversi, che invocano le forze del male per eseguire riti oscuri e aberranti.

Gìà a partire della sconvolgente scena iniziale, il film preannuncia i toni agghiaccianti e terrificanti che seguiranno: la possessione del piccolo Daniel non è che l’inizio di una catena opprimente di orrori che perseguiteranno i due detective, impegnati in una lotta contro il tempo pur di salvare l’anima del giovane Arne (Ruairiri O’Connor).

In carcere dopo aver compiuto un brutale assassinio sotto l’influsso di una demoniaca presenza che alberga dentro di lui, il giovane non è che una parte di un oscuro e macabro progetto destinato a provocare il caos e ad attuare oscuri patti con le forze del male. Dichiaratosi innocente in tribunale, spetterà ai coniugi Warren dimostrare la sua innocenza, venendo coinvolti progressivamente nella follia del diabolico fautore di tali oscuri riti e di tali maledizioni.

Per ordine del diavolo, il cui titolo originale è The Devil made me do it, Il diavolo me lo ha fatto fare, è una pellicola dinamica, dalla trama a dir poco intrigante: una concatenazione di orrori orchestrata con uno stile registico che sa esaltare al meglio l’horror metafisico, alternando bene spettacolarità e claustrofobia. Non manca una componente psicologica che rende il tutto ancora più credibile, ad esempio i flashback che descrivono i contatti con il male e con i demoni.

Grande suspense per un ritorno horror di grande impatto di una delle saghe horror più ben congeniate degli ultimi anni.

Il terrore suscitato è profondo, le indagini incalzanti, forte l’immedesimazione nella sofferenza dei posseduti e non mancano spunti di riflessione, al termine della visione, soprattutto lì dove è possibile soffermarsi sul fatto che non solo i demoni possano invadere la mente, il corpo e l’anima degli esseri umani; ma che possa accadere anche l’opposto: che siano gli esseri umani ad invocare i demoni, stipulando patti oscuri destinati a compiere malvagità anche più spregevoli, macabre e aberranti.

In pieni toni Lovecraftiani, Lovecraft può essere definito come l’inventore dell’horror metafisico, il film fa trapelare, inoltre, tra le righe come l’ossessione per qualcosa possa divenire come un morbo destinato ad espandersi e a contaminare l’esistenza di chi abbia concesso a questa ossessione di predominare su di lui.The Conjuring 3 – Per ordine del diavolo: dal 3 giugno 2021 al cinema

Buone le prove attoriali, sui cui spicca quella di John Noble, oltre ai già celebri protagonisti.

Una svolta originale in questo terzo episodio, che si distacca dai precedenti con grande varietà di ambientazioni e di orrori, mantenendo comunque le attese per qualità di trama e la sua efficacia ne suscitare terrore.

 

 



Francesco Bellia