The Bunyadi arriva in Italia, pronti a cenare nudi?

Ebbene si, avete capito benissimo! Dal 15 Luglio apre il primo ristorante nudista in Italia: si entra vestiti e ci si spoglia subito dopo per cenare come dei veri naturisti.

L’idea è venuta al proprietario del ristorante “L’Italo Americano” a Cerro Maggiore, comune da 15 mila abitanti in provincia di Milano, che ha deciso di dedicare la serata del venerdì a chi vuole mangiare e poi ballare senza veli.

Innanzitutto tengo a dire che qui il sesso non c’entra per niente. Anzi, il primo che colgo in atteggiamento equivoco, allunga le mani o, peggio, lo becco a fare una foto con lo smartphone, lo accompagno all’uscita senza tanti complimenti. Questo ambiente è solo per naturisti”. Tiene a precisare il Signor Romeo, chef del ristorante, perché accomunare necessariamente la nudità al sesso è spesso e volentieri errato.

A parte questo, nel locale saranno severamente vietate qualsiasi tipologia di foto che possa ritrarre i commensali svestiti. Come infatti tiene a precisare lo chef Romeo: “Mi sono documentato su Internet, ho fatto un giro sui siti per naturisti e ho visto che in Italia non c’è ancora niente del genere. Questo nonostante si siano legalizzati a tutti gli effetti, almeno nella nostra regione, gli ambienti naturisti. Poi mi sono imbattuto, sempre sul web, in ciò che sta accadendo a Londra, dove qualcuno ha avuto l’idea, lo scorso aprile, di annunciare l’apertura del primo ristorante “senza veli” della City. Si tratta del The Bunyadi: aperto in giugno, ha già avuto oltre diecimila prenotazioni”. Come infatti tiene a precisare lo chef Romeo non è un posto così diverso dagli altri: se si toglie il fatto che la gente cena nuda, rimane un locale come tanti altri, per questo è importantissimo che la gente agisca nella maniera più spontanea e naturale possibile.

A Londra, infatti, questa formula è già un successo: il ristorante nudista The Bunyadi, aperto da poco più di un mese, è sempre pieno. Si serve solo cibo biologico, non si utilizza l’elettricità e non si possono scattare foto all’interno.

Siamo del parere che sia un locale fuori dalla “normalità”, o per meglio dire, che sia completamente diverso da quello che normalmente troviamo in giro, ma non potrebbe proprio essere questa sua particolarità a renderlo un posto adatto ad un’ Italia pronta al cambiamento?

E’ palese come questo locale non sia il prodotto di una formula ben studiata dal marketing (o forse si?), ma semplicemente un punto di ritrovo per i veri naturalisti, che non trovano nessun problema nel mangiare nudi pietanze che hanno un “foodback”, ovvero prodotti a km0 e naturali.

Le ultime indiscrezioni, ma non meno importante, riportano che il locale è già overbooking, ed il bello è che non è ancora stato inaugurato!

Ci si aspetta tantissimo da questo posto, speriamo solo che le aspettative saranno ben ricompensate!

Le foto che corredano questo articolo sono state scattate nel ristorante The Bunyadi a Londra.



Alessia Cavallaro