Street View Summit: Google lancia Street View Ready

Fotografi professionisti, sviluppatori e produttori dell’intero team di Google si sono riuniti la scorsa settimana, rispettivamente il giorno 10 e 11 maggio, per la ricorrenza annuale del summit organizzato dal colosso di Mountain View in merito alla condivisione di aggiornamenti e novità inerenti il favoloso mondo delle immagini a 360 gradi.

E’ stato proprio in occasione dell’evento, tenutosi quest’anno a Tokyo, che Big Google ha annunciato la realizzazione di Street View Ready, un nuovo servizio che permetterà non solo a professionisti ed esperti dotati di complesse e pesanti attrezzature ma altresì a curiosi e gente comune di dedicarsi alla creazione di mappe per uno o più luoghi, rendendo così l’attività accessibile a chiunque. A tal proposito la compagnia californiana ha dichiarato che arriveranno sul mercato 20 nuove fotocamere a 360 gradi compatibili con il suo servizio, al cui lancio hanno già aderito SamsungGoProInsta360 e Matterport i quali, proprio durante il summit, hanno presentato i nuovi prodotti. Si tratta di dispositivi realizzati appositamente per la Street View, dai quali sarà semplice non solo scattare immagini ad alta definizione mentre si sta camminando o andando a cavallo, ma anche caricarle in modo diretto e veloce sulla piattaforma.

Al fine di incentivare il mercato delle gettonatissime foto sferiche, il servizio è stato suddiviso al suo interno in quattro categorie permettenti rispettivamente di caricare foto da un’app senza dover ricorrere al computer, da qui il nome Street View mobile ready; ed ottimizzare la raccolta di foto da veicoli di vario genere (auto, moto, biciclette) in grado di registrare informazioni precise su tragitto e velocità, al tal proposito si parla di Street View auto ready. Segue la compatibilità con sistemi di realtà virtuale e l’integrazione di software per la pubblicazione sulla piattaforma, denominati rispettivamente Street View vr ready e Street View workflow ready.

Alla seconda edizione dell’evento su scala mondiale, oltre agli ospiti tecnici che hanno presentato le novità del mercato foto e video a 360 gradi, si è aggiunta la presenza di due fotografi certificati che hanno avuto modo di presentare le loro esperienze lavorative attraverso la piattaforma Google Maps. Fra i prescelti a livello mondiale spicca la figura di Federico Debetto, street view trusted photographer livornese, che da qualche anno promuove  i suoi progetti al fine di valorizzare grandi aree turistiche attraverso tour virtuali a 360 gradi. Tra questi emergono il progetto Faroe360, sino ad arrivare al più recente, presentato proprio a Tokyo, il quale prevede la copertura totale dell’intero territorio dell’Albania, dei suoi business orientati al turismo e di tutti i luoghi d’importanza storica, culturale e naturalistica del Paese. Queste le sue parole: “E’ sicuramente un onore immenso essere uno dei due fotografi scelti da Google per raccontare le proprie esperienze al summit mondiale. Dal 2015 ho realizzato diversi progetti in più parti d’Europa, che in un modo o nell’altro, hanno rappresentato e rappresenteranno un aiuto per i turisti a conoscere i luoghi, ed i luoghi a promuoversi nel mondo attraverso i tour virtuali, che al momento sono la tecnologia fotografica più coinvolgente a disposizione di chiunque”.



Erminia Lorito