Si può rallentare l’invecchiamento? I consigli per vivere meglio, facili da seguire

Ci sono tre tipi di invecchiamento – l’età cronologica (che è l’età in base alla data di nascita); l’età biologica (che viene misurata osservando alcuni marcatori biologici), e l’età psicologica (che dipende dal modo di essere e di comportaci).
E noto che l’età psicologica è quella che è più strettamente correlata all’età biologica, infatti il comportamento e il modo di pensare condizionano fisicamente, emotivamente, spiritualmente e socialmente di molto la nostra esistenza, ovviamente.

Alcuni noti marcatori biologici dell’invecchiamento sono: pressione, densità ossea, regolazione della temperatura corporea, metabolismo basale, funzioni immunologiche, tolleranza allo zucchero, massa muscolare, forza muscolare, elasticità della pelle (numero di rughe), sesso e suoi ormoni.


Se si desidera rallenatare (o perfino invertire) l’azione di tali marcatori, gli autori ritengono che occorrerebbe seguire questi 11 punti:

1. Cambiare la percezione del tempo. Non andare di fretta.
2. Dormire bene (sonno riposante).
3. Mangiare alimenti freschi e nutrienti.
4. Prendere almeno due multivitaminici con minerali ogni giorno.
5. Praticare una tecnica di rilassamento corpo-mente come ad esempio lo yoga o il tai chi.
6. Fare esercizio fisico regolarmente.
7. Non immettere tossine nella vita e non intesa solo l’alimentazione, ma qualunque situazione che di per se apporti tossine (malessere) come relazioni interpersonali, stress, ambiente, ecc.
8. Cercare di essere piu flessibile almeno verso i problemi di piccola entità.
9. Considerare i problemi (avversità) come opportunità capitate.
10. Coltivare rapporti di affetto e d’amore.
11. Si abbia sempre un atteggiamento di curiosità, di apprendimento e di stupore verso ogni cosa che il mondo ci offre e si cerchi di trascorrere del tempo con i bambini.



redazione