Da www.m.calciomercato.com

Sessione invernale di calciomercato: le big di Serie A puntano al risparmio

Si è conclusa la sessione invernale di calciomercato della Serie A 2020/2021 e, a giochi fatti, possiamo dire che è stata una sessione all’insegna del risparmio, almeno tra le big. Sono poche, infatti, le squadre che hanno investito e rinforzato la propria rosa.

In particolar modo il Milan si è rivelata essere la squadra più attiva. La società rossonera ha operato sia in entrata (soprattutto) sia in uscita. Una campagna acquisti intelligente quella di Maldini e Massara, che hanno puntellato la rosa con un centrale di difesa, Tomori, un mediano, Meite e un attaccante di peso, Mandzukic. Sul fronte uscite, invece, Conti ha preso la via che lo porta proprio a Parma, Musacchio è volato nella capitale – sponda Lazio – e Duarte ha scelto la Turchia. Lorenzo Colombo, poi, è andato alla Cremonese in Serie B in prestito secco, “per farsi le ossa” come si dice in questi casi.

Una menzione d’onore è da fare al Parma, non propriamente una big. Dopo aver cambiato guida tecnica, passando da Liverani a D’Aversa, i ducali hanno operato molto in entrata. Il primo acquisto, già citato, è Andrea Conti dal Milan, in cerca di riscatto dopo tre anni non semplicissimi al Milan. L’obiettivo della squadra emiliana è la salvezza, oggi difficile, e per raggiungere tale scopo sono necessari gli acquisti. Oltre a Conti, sono arrivati a Parma anche Mattia Bani e Vasilis Zagaritis, difensori, Dennis Man, Luca Siligardi e la giovanissima promessa Joshua Zirkzee, attaccanti. In arrivo, però, anche l’ex Graziano Pellè, che ritorna a Parma dopo alcuni anni di esperienza all’estero.

Joshua Zirkzee. Da www.okcalciomercato.it

Per il resto, il mercato non ha offerto tanti colpi. La Juventus è forse la grande delusa da questa sessione: si è parlato per giorni del fatidico attaccante che sarebbe dovuto arrivare alla corte di Pirlo ma, dopo tanti nomi, non è arrivato nessuno. Situazione analoga per l’Inter, che non ha ritenuto necessario rinforzare la propria rosa e per il Napoli, che ha operato solo in uscita. La squadra campana ha ceduto Milik al Marsiglia, Llorente all’Udinese e Malcuit alla Fiorentina.

Roma che vede il ritorno di El Sharaawy dopo l’esperienza in Cina e che completa il reparto difensivo con l’acquisto del giovane statunitense Bryan Reynolds, altro interessante prospetto del calcio made in USA. Sempre nella capitale, abbiamo già menzionato l’acquisto di Musacchio da parte della Lazio, unico acquisto per i biancocelesti.

Bryan Reyniolds. Da www.ilromanista.eu

Le grandi squadre di Serie A, al di là del Milan, hanno operato pochissimo in questa sessione invernale di calciomercato. Una scelta che è sicuramente dettata dalla crisi in corso, che sta limitando gli introiti e di conseguenza le possibilità di spendere per le società. Anche il Milan, tuttavia, ha operato solo in prestito, senza effettivamente spendere e rimandando eventuali discorsi di questo tipo a giugno.

La Serie A si prepara al girone di ritorno, già iniziato, con una fisionomia pressoché immutata rispetto a quello che abbiamo visto fino ad ora.



Marco Nuzzo