Serenata prima delle nozze: un’offerta d’amore che fa sognare generazioni

La primavera è per eccellenza la stagione degli amori: forse è il profumo inebriante dei fiori appena sbocciati, il primo caldo che dà alla testa, il sole che ricomincia a riscaldare i cuori assopiti e infreddoliti dal gelo invernale, eppure la rinascita della natura è legata in qualche modo ad una rinascita sentimentale. Forse sarà per questo che ogni anno, di questi periodi, uomini e donne di tutte le età decidono di compiere il grande passo e di dire quel fatidico sì che li legherà l’uno all’altro per il resto della loro vita. Arriva la primavera e arriva la stagione dei matrimoni, binomio perfetto per coronare un sogno d’amore.

Da nord a sud, tante sono le tradizioni legate a questo momento: il lancio del bouquet, il lancio della giarrettiera, giusto per citarne alcune. Tra tutte, quella più bella e originale è, senza ombra di dubbio, la tradizione della serenata prima delle nozze. Anche se in molti paesi si sta perdendo questa usanza, la serenata alla sposa è sempre un momento molto romantico.

Molto diffusa nel centro Italia e nelle regioni meridionali, la serenata non è altro che una dichiarazione pubblica del proprio amore: il Romeo di turno sotto il balcone della sua amata Giulietta intona canzoni d’amore, accompagnato da una folta schiera di parenti e amici che suonano e cantano senza sosta.

Anche se esistono numerose varianti, ufficialmente, la serenata è un’improvvisata, che coglie di sorpresa tutti, tanto che a volte la futura sposa è già abbigliata per la notte. Lo sposo, accompagnato da un musicista, deve cantare alcune canzoni romantiche e possibilmente paesane alla sposa che solo alla terza canzone dovrà affacciarsi per salutare lo sposo.

Naturalmente non possono mancare parenti e amici, così come non può mancare il buffet in grande stile, offerto dai genitori della futura sposa. Canti, balli, risate e bevute fino a notte tarda per celebrare i due innamorati in un’esplosione di tradizioni e usi locali. La serenata per molte fanciulle è il momento più atteso che preannuncia il lieto evento e da avvio al conto alla rovescia.

Per tradizione, nessuno può sottrarsi a questo particolare evento, non c’è posto per la timidezza o per la vergogna: la serenata è fondamentale e obbligatoria per ogni matrimonio che si rispetti. E poi, non si può di certo negare l’emozione e la felicità di vedere il proprio sposo sotto la propria finestra che, stonato come una campana, canta l’amore per la sua bella.

In un’epoca in cui la tecnologia avanza velocemente sconvolgendo il nostro quotidiano e cancellando via via le vecchie e buone abitudini, c’è ancora chi, con grande spirito di attaccamento alle tradizioni, prova a tener vivi antichi rituali. Futuri sposi di tutto il mondo, che state aspettando? Armatevi di chitarre, fisarmoniche e tamburelli e preparatevi a dichiarare, cantando, il vostro profondo amore!

Altre storie
Carrie Bradshow rispolvera le mutandone della nonna con Intimissimi