Seno piccolo: qualche trucco per valorizzarlo e amarlo

Siamo costantemente davanti allo specchio ad osservare quelle parti del nostro corpo che possono metterci a disagio o di cui ci vergogniamo. E di questo è responsabile soprattutto la società di oggi che propone modelli inarrivabili e spesso assolutamente innaturali. Una parte del copro delle donne che causa maggiormente disagio è sicuramente il seno, in relazione alla sua forma ma soprattutto alla sua dimensione.

Un disagio per molte donne

Numerosi studi hanno dimostrato che molte donne hanno un rapporto conflittuale con il proprio seno, sia che questo sia prosperoso o quasi inesistente. Le insicurezze derivano anche dal fatto che a volte un seno è più piccolo dell’altro o hanno forme differenti. Per risolvere questo disagio sono molteplici le soluzioni adottabili. Ma il primo passo per una piena consapevolezza e per il proprio benessere mentale è sicuramente quello di cercare di fare pace con quello che consideriamo un difetto. Un percorso alla ricerca della consapevolezza del nostro corpo e all’accettazione delle nostre forme è sicuramente necessario per condurre un’esistenza più serena. Questo poi non vuol dire che non si possa ricorrere a interventi chirurgici o altri espedienti per risolvere una situazione che crea disagio. L’importante però è fare tutto con serenità e consapevolezza.

Non esiste solo la chirurgia

Per risolvere il disagio legato al seno molte donne ricorrono alla chirurgia plastica sottoponendosi a interventi volti ad aumentarne o diminuirne il volume. Ma il bisturi, per quanto possa rappresentare una soluzione definitiva, non è l’unica chance che abbiamo per valorizzare al meglio il nostro corpo e amarci di più. Un modo per piacerci davanti allo specchio è quello di seguire alcuni trucchetti e trovare degli accorgimenti tali per cui quello che consideriamo il nostro più grande difetto possa essere camuffato. In particolare, se avete un seno piccolo ecco cinque modi per valorizzarlo con il vostro guardaroba:

  • Gioca con la scollatura, scegliendo soprattutto quelle a V oppure osando con microtop (di gran tendenza i microcardigan con un solo bottone al centro)

  • Le ruches come migliori amiche: sono perfette per creare volume e movimento laddove madre natura è stata meno generosa
  • Il colore: ciao ciao al reggiseno e via libera a canottiere e top mutlicolor ma anche bianchi, per creare un effetto molto sexy
  • L’intimo in bella mostra: sbizzarritevi nella scelta della lingerie che potrete tranquillamente utilizzare come top abbinata a pantaloni e gonne. Via libera soprattutto a pizzi e ricami

  • Trasparenze: un’altra opzione che avete è sicuramente quella di giocare con le trasparenze e l’effetto vedo non vedo. Abbondano i top e i body trasparenti con ricami nella zona del seno che catturano l’attenzione e impreziosiscono il vostro petto.



Eleonora Corso