Sarri

Sarri-Juventus: finalmente l’annuncio

Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della Juventus. A quasi un mese esatto dalla separazione con Allegri, il club bianconero ha ufficialmente il suo nuovo allenatore.

IL CONTRATTO

Sarri ha firmato un ricco triennale da sette milioni a stagione che lo legherà al club juventino fino al 2022. Questo contratto lo renderà il secondo allenatore più pagato della Serie A, dietro a Antonio Conte ma davanti all’allenatore del Napoli, Ancelotti.

LA SCELTA

Dopo il divorzio con Allegri, le voci erano tutte rivolte verso allenatori stranieri come Guardiola, Klopp e Pochettino. I rumors si sono dimostrati tali e la scelta della Juventus è ricaduta sull’allenatore italiano, fresco vincitore dell’Europa League, che già conosce la Serie A. L’obiettivo sarà però vincere la  massima competizione europea, che manca in casa bianconera dal 1996,

IL PASSATO E IL PRESENTE

Quando allenava il Napoli non sono mai mancate le polemiche e le frecciatine al il club campione d’Italia, soprattutto durante la stagione 2017/2018

Con l’inizio delle voci che lo accostavano al club torinese molti tifosi napoletani si sono sentiti traditi, il suo pupillo Insigne in primis. Anche i tifosi della Juventus non sembrano totalmente entusiasti della scelta della società.

Toccherà a Sarri far ricredere i suoi nuovi tifosi, similmente a quanto fatto da Allegri, arrivato tra lo scetticismo generale dopo l’addio di Conte. Allegri lasciato la panchina dei bianconeri solo dopo aver vinto cinque campionati, quattro Coppe Italia e due supercoppe, raggiungendo anche per due volte la finale di Champions League.

IL MERCATO E IL MODULO

La Juventus e Sarri sicuramente punteranno a costruire la squadra attorno a Cristiano Ronaldo, principale terminale offensivo. Potrebbe lasciare Torino il terzino portoghese Cancelo, per approdare alla corte di Guardiola. L’obiettivo principale per questa sessione di calciomercato è un centrocampista di livello. Il sogno è il clamoroso ritorno di Pogba, mentre forse è più percorribile la pista che porta a Milinkovic-Savic della Lazio. In difesa Sarri forse proverà a rilanciare Rugani, che dopo l’addio di Barzagli troverà più spazio, ma allo stesso tempo la Juventus cerca un centrale di esperienza da affiancare alla collaudata coppia Bonucci e Chiellini.

Le squadre allenate da Sarri si sono sempre distinte per un grande possesso palla, che tanto è stato criticato dai tifosi del Chelsea. Il modulo più usato dal nuovo tecnico è il 4-3-3 che riproporrà alla Juventus.