Sanremo 2021: Fulminacci è l’artista che se non lo sapete, sappiatelo!

È uno dei giovani più promettenti della scena musicale e per non farsi mancare nulla nella sua carriera Filippo Uttinacci, in arte Fulminacci, debutterà alla 71°edizione del Festival di Sanremo tra i ventisei Big con il brano “Santa Marinella”.

Classe ’97, romano e con un segno particolare: sa scrivere canzoni dirompenti e stimolanti come si faceva una volta senza dimenticarsi mai di contestualizzarle nel periodo che stiamo vivendo. Stando a quanto sappiamo di Fulminacci, il cantautore non vive la musica come contenitore ma come contenuto nel senso che ama sperimentare, ama non ripetersi e soprattutto ama sentirsi libero da etichette e dogmi imposti.

Se il grande pubblico non lo ha ancora conosciuto è perché finora Fulminacci è stato lontano dai grandi palchi o dagli spettacoli televisivi tipicamente popolari. Perfortuna non è passato inosservato a chi di musica se ne intende, ne parla, ne scrive e la premia pure.

Ad aprile 2019 il cantautore romano ha pubblicato “La vita veramente”, il suo primo progetto discografico per l’etichetta Maciste Records che gli è valso non solo il “Premio Tenco” nella categoria “Miglior opera prima” (prodezza riuscita solo a pochissimi:tra i recenti Motta) ma ha anche vinto il Premio Mei (Forum di giornalismo musicale) sempre nella categoria “Miglior opera prima”. Un disco e molte responsabilità e aspettative riposte.

Dal rilascio de “La vita veramente” tante cose sono cambiate nella vita di Fulminacci: ha suonato su molti palchi in giro per l’Italia ed è stato per ben due volte protagonista insieme ad altri colleghi del Concertone del Primo Maggio a Roma.

Un cantautore in fermento si conferma quando durante la quarantena ha rilasciato su YouTube il singolo “La fine della guerra”, una canzone registrata in casa senza suppellettili o altro armamentario, solo per il piacere di condividere una propria suggestione legata al momento e ai pensieri che gli passavano per la testa.

In seguito ha rilasciato altri singoli quali “Canguro” e l’ultimo “Un fatto tuo personale” per i quali Fulminacci ha fatto un passo ulteriore ossia ha prestato attenzione alla grafica delle cover che sono più ricercate e provano a dare significato alla canzone ancora prima di ascoltarla.

Al Festival di Sanremo canterà “Santa Marinella” sulla quale andando di libero sfogo su Instagram ha scritto: “In questi due anni ho scritto tante cose diverse e ogni volta credevo di essere definitivo. Poi ho capito che non c’è niente di più stupido dell’ambizione di riuscire a descriversi. Ho creduto di essere tante cose, ho perso tempo a vedermi da fuori senza vivere veramente il presente. Poi niente… escono le canzoni, ci sono i concerti, i treni, la gente, Sanremo, io che scrivo questa cosa. Dicono che sono giovane, dicono che sembro vecchio. Non ho ancora capito quale dei due è il complimento e perchè. Due anni fa ho scritto Santa Marinella e ancora non la conosce nessuno. Sono davvero felice perchè sto facendo quello che mi piace. Ora elencherò cose da giovane: Cringe, Normie, Creepy”.

Per la serata dei duetti, invece, canterà “Penso positivo” di Jovanotti in compagnia di Valerio Lundini e Roy Paci, un trio delle meraviglie che è stato presentato dallo stesso Fulminacci in modo originale ossia con una storia su Instagram, mostrando i due ma senza dire niente.

In seguito ha commentato: “Non posso ancora svelare cosa succederà sul palco ma sono molto felice di poter avere accanto, durante una serata storica per il Festival come quella delle cover, due artisti che rispetto molto. Valerio Lundini è per me uno dei più grandi intellettuali del nostro tempo e Roy Paci è riuscito a fare la storia della musica italiana senza mai snaturarsi, non potevo chiedere di meglio”.

Il nuovo e secondo album di Fulminacci uscirà il 12 marzo sempre per l’etichetta Maciste Dischi. Sin intitola “Tante care cose” ed è composto da dieci tracce di cui è già stata svelata la tracklist.

Insomma, se non avete nessuno per cui tifare al Festival di Sanremo, puntate su Fulminacci. Soddisfazione assicurata!



Sandy Sciuto