Sanremo 2020: per Francesco Gabbani non c’è Amore senza Viceversa

Per la terza volta al Festival di Sanremo, Francesco Gabbani si è presentato con una maggiore consapevolezza di se stesso e con la voglia di migliorarsi, pensarsi e fare i conti con sè. Archiviate “Amen” e “Occidentali’s Karma” che per due anni consecutivi lo hanno incoronato vincitore rispettivamente della categoria Sanremo Giovani nel 2016 e vincitore del Festival di Sanremo del 2017, “Viceversa” segna il ritorno del cantante sul palco dell’Ariston che gli ha regalato fortuna e successo. La canzone è un inno al significato dell’Amore e del volersi bene reciprocamente.

È stato lo stesso Gabbani, infatti, a spiegare il signifcato della canzone: “Mi piacerebbe che arrivasse concetto amore universale, inerente a qualsiasi tipo di rapporto emozionale, sentimentale, a un rapporto di coppia uomo-uomo, donna-donna e donna-uomo, ma parla anche di amicizia verso un animale, verso una pianta e le vibrazioni della natura. insomma tutto ciò che è concepibile come rapporto d’amore che sia un dare e avere. Mi sembra sia il contesto più giusto a Sanremo per sottolineare questo concetto, in un contesto sociale dove la realtà diffusa è l’affermazione di se stessi, in modo individualista a discapito degli altri. C’è la lotta del ‘sono più figo, intelligente e forte e tu no’. Invece quando c’è una condivisione e una accettazione di quelle che sono le differenze in un rapporto, c’è l’equilibrio e la sinergia che provengono da tutti, anche da chi è diverso da noi. Questa canzone rappresenta me e la mia faccia, il mio modo di fare musica e arriva dopo il successo nazionalpopolare di ‘Occidentali’s Karma‘, che però non rinnego ma che ho la sensazione non sia stata compresa fino in fondo”.

Nella vita del cantante, adesso, c’è la necessità di trasmettere altri concetti che esulano da quelli filosofici o dalle tematiche sociali finora affrontate tra una scimmia che balla ed un Amen di troppo.

Gabbani si concentra su cosa è amarsi e lo fa intonando nella canzone pochissime frasi: “Ma se dovessimo spiegare in pochissime parole il complesso meccanismo che governa l'armonia del nostro amore, basterebbe solamente dire senza starci troppo a ragionare che sei tu che mi fai stare bene quando io sto male e viceversa”.

Nei suoi primi 37 anni di vita, il cantante non ha dubbio che c’è amore lì dove c’è viceversa che si esplica nell’essere l’uno lo stare bene dell’altro quando l’altro sta male. È nel viceversa che ci si ritrova e ci si riconosce. Nel non volersi perdere di vista e nel non abbandonarsi c’è il senso dell’amore per Francesco Gabbani. Il brano è piaciuto fin da subito tant’è che già dopo la seconda serata si è posizionato al primo posto della classifica provvisoria. L’entusiamo verso il progetto musicale del cantante è aumentato con l’esibizione sulle note de “L’italiano” per la quale si è vestito da astronauta.

È uno dei favoriti alla vittoria, ma Gabbani non si sbilancia e confida nell’uscita del nuovo album che uscirà il prossimo 14 febbraio.