Recinzioni: tutto quello che c’è da sapere

Chiunque disponga di un giardino, un cortile o qualunque altro tipo di spazio esterno alla propria abitazione sa quanto sia importante tutelare la struttura e proteggere il suo contenuto da eventuali intrusioni di esterni con annessi danni e/o furti.
Uno spazio esterno alla casa può essere delineato non solo per assicurarsi una maggiore sicurezza, ma anche semplicemente per avere più privacy da occhi indiscreti di passanti. Qualunque sia il motivo, comunque, una della principali soluzioni è rappresentata dall’installazione di apposite recinzioni.

Queste possono essere di vario tipo, foggia e dimensione per adattarsi al meglio alle proprie esigenze e gusto personale. La scelta è piuttosto ampia e spesso ciò può essere la causa di indecisioni su quale possa risultare la più adatta. Per quanto riguarda questo aspetto, nello specifico, Retissima Srl, azienda leader nel campo della progettazione e fornitura delle migliori recinzioni made in Italy, può essere un valido aiuto in tutto quello che è il processo di realizzazione e applicazione delle stesse.

Ciò che può essere recintato

Che si tratti di un’abitazione o di un terreno agricolo, il principale motivo che spinge a decidere di recintare lo spazio è la sicurezza.
Nel caso di un frutteto, ad esempio, questo viene generalmente recintato per evitare che intrusi (persone o animali) compromettano le sorti del raccolto deturpando gli alberi presenti o impossessandosi impropriamente dei frutti da essi prodotti.
Nel caso, invece, di un giardino o di un cortile, questo processo viene attuato per scongiurare l’eventualità che estranei con cattive intenzioni possano entrare in casa.

Ma si può ricorrere alle recinzioni anche, ad esempio, nel caso di una piscina per far sì che bambini o animali possano non caderci dentro e rischiare di annegare.
Per quanto riguarda i boschi, invece, questi tendenzialmente vengono recintati per salvaguardare i cittadini dall’eventuale presenza di animali selvatici pericolosi.
Il punto focale resta, quindi, la sicurezza. Salvaguardare sé stessi e gli altri è ciò che spinge le persone a fare uso di recinzioni.
Che queste siano alte o basse, di ferro o di legno, è importante sapere che, in alcuni casi, per essere installate, esse necessitano di un’autorizzazione da parte del Comune. Ognuno avrà a riguardo la propria normativa da rispettare se non si vuole rischiare di vedersi estirpare le recinzioni o di pagare multe assai salate.

Retissima e le sue recinzioni

Come già accennato precedentemente, sul sito dell’azienda è possibile trovare una vasta gamma di recinzioni. L’ azienda specializzata in questo campo da anni, offre soluzioni per ogni tipo di esigenza. A partire dal sopralluogo eseguito dai migliori esperti del settore, alla realizzazione del progetto con preventivo annesso e allo svolgimento dei lavori fino al controllo di qualità attuato a istallazione ultimata con la presenza del cliente, il team di Retissima.it, grazie agli oltre 20 anni di esperienza nel settore, garantisce sempre tanta passione e grandissima professionalità.
Le recinzioni vengono, a seconda della richiesta, realizzate in legno o in ferro. Le dimensioni vengono studiate e realizzate in relazione alla loro destinazione di utilizzo.

E’ fondamentale che le recinzioni durino nel tempo. E’ proprio per questo motivo che i materiali scelti per la loro realizzazione sono prodotti interamente in Italia e di qualità per garantirgli una buona resistenza dato il loro contatto diretto con le intemperie. Per quanto riguarda il legno, nello specifico, viene utilizzato il pino impregnato in autoclave, castagno trattato e/o scortecciato.
Un ulteriore attenzione viene data al design di tutti i prodotti offerti. Sebbene l’elemento principale sia la qualità dei materiali, è importante anche che questi si adattino al meglio allo stile dell’abitazione per creare ambienti omogenei e visibilmente belli nel loro insieme. Insomma: la qualità prima di tutto!



redazione