Preparare la pelle al sole e accogliere l’estate a braccia aperte

In #Lifestyle, SALUTE by Irene ColtrinariLeave a Comment

Avete completamente perso le speranze di arrivare a Luglio con una tintarella da sogno, a causa delle condizioni metereologiche degne di Grande Inverno? Non disperate e giocate d’anticipo con i nostri 4 buoni consigli per preparare la pelle al sole ed accogliere l’estate a braccia aperte!

Leggete l’articolo fino alla fine per scoprire come essere già pronte quando finalmente i primi raggi di sole faranno capolino per goderveli a pieno!

RIATTIVARE

Il primo consiglio per preparare la pelle al sole è riattivare la circolazione e il tono muscolare del vostro corpo. Durante l’inverno la pelle del corpo è sottoposta a difficili situazioni climatiche.  Riattivare la pelle del corpo con scrub rivitalizzanti al caffè e massaggi drenanti aiuterà l’epidermide e la circolazione a risvegliarsi. Inoltre, dedicando almeno un’ora al giorno all’attività fisica aerobica renderà il risveglio dell’elasticità della pelle più facile.

Questo consentirà al sangue di tornare in circolo nei punti critici come cosce, glutei e basso ventre, dove le donne sono solite accumulare adipe, appianando la pelle a buccia d’arancia e gli inestetismi che mesi di freddo (e cioccolata calda!) hanno fatto comparire sulla pelle.  Tramite il sudore prodotto durante l’attività fisica la pelle eliminerà le tossine in eccesso e risulterà ancora più pulita e brillante. Per accogliere l’estate luminose come un raggio di sole e con delle gambe da mostrare in spiaggia senza paranoie!

IDRATARE

La pelle è l’organo più diffuso sul nostro corpo e per questo non basta idratarlo con creme specifiche e trattanti. Per preparare la pelle al sole e vederla brillare di luce propria è fondamentale idratarsi, sia fuori che dentro dall’interno: molti esperti consigliano di bere almeno i canonici due litri d’acqua al giorno e di integrare le vitamine e i minerali tramite l’alimentazione.

Vitamina C, E e beta-carotene devono essere protagoniste, per ottenere un’abbronzatura uniforme, duratura, bella e sopratutto sana!

La Vitamina C  con le sue forti proprietà antiossidanti, partecipa alla biosintesi del collagene rallentando l’invecchiamento cellulare, che invece l’esposizione scorretta al sole favorisce. E’ presente in frutta e verdura come arance, fragole, mandarini, kiwi, limoni, spinaci, broccoli, pomodori e peperoni. La Vitamina E favorisce il rinnovo cellulare, si trova prevalentemente nella frutta oleosa come olive, arachidi e mais, e nei semi di grano. Il betacarotene ha influssi benefici sulla vista e sulla pelle ed è contenuto in molta frutta, nelle verdure dal caratteristico color arancione – tra le quali le carote e le zucche – nei cereali e negli oli.

Quindi sbizzarrirsi con insalatone fresche e sgranocchiare carote sul divano (al posto delle patatine) è un’ottima idea per avere un aspetto globalmente idratato e nutrito!

PROTEGGERE

Per preparare la pelle al sole è fondamentale proteggerla. Nonostante sia indubbiamente noioso spalmare la crema ed aspettare invano che la patina bianca che abbiamo addosso si asciughi, mentre dalla schiena comincia a scendere la prima goccia di sudore che manderà in fumo tutti i nostri sforzi di distribuire il prodotto uniformemente, la protezione solare è una nostra alleata e permette di salvaguardarsi daseri danni alla pelle che possono anche tradursi in tumori.

”Se metto la protezione solare non mi abbronzo” è il luogo comune più famoso delle spiagge italiane. E come tutti i luoghi comuni, è infondato. Il colorito che vediamo comparire immediatamente dopo una giornata di mare, non è abbronzatura, ma ustione! E le ustioni a lungo andare seccano il derma, riducendo le scorte di collagene nonchè accelerando il processo di invecchiamento cellulare.

Quindi da che parte state? Color terra di Siera ma rugose o delicatamente abbronzate ma sode?

A voi la scelta.

Un’altra scelta fondamentale da prendere per preparare la pelle al sole è quella del giusto l’spf, ossia il fattore di protezione della crema , che indica la quantità di melanina presente nella nostra pelle e quindi determina la reazione della pelle ai raggi ultravioletti a seconda del proprio fototipo. I fototipi sono 4 e più è alto il fototipo, maggiore è il tempo consentito al sole prima che insorgano effetti indesiderati, come eritema o ustioni solari. Quindi un fototipo 4 potrà trascorrere molto più tempo al sole di un fototipo 1 senza scottarsi.

Indipendentemente dal fototipo però, occorre riapplicare la crema solare ogni due ore, accertandosi di applicare la quantità giusta sia sul corpo che sul viso. Pensate che in fase di test, le creme solari vengono distribuite con quantità 2 mg per centimentro quadrato di pelle! Per facilitare l’applicazione ed evitare di andare in spiaggia con righello e squadra, prendete le misure con un cucchiaino immaginario. I dermatologi consigliano di applicare un cucchiaino di crema sul bracco, uno sul petto, uno sulla spalla, due sulle gambe e così via. Quindi non lesinate!

ESSERE COSTANTI

Per preparare la pelle al sole e per essere veramente protette durante l’esposizione, la pelle deve essere tutelata anche quando non siete in spiaggia: in città, in campagna, e anche se il sole non si vede. La chiave del successo nella protezione della pelle sta nella stratificazione. Una passata di crema colorata con una punta di SPF all’interno non riuscirà a farsi valere contro la palla di fuoco intorno alla quale il nostro sistema, appunto solare, gira intorno. Riapplicare la protezione più volte al giorno aiuta preparare la pelle ad affrontare i raggi solari dannosi, UVA e UVB e a mantenere la sua elasticità, quella che per intenderci, è propria di una pelle ricca di collagene, tonica, idratata e giovane.

Come fare? Per prima cosa partiamo dalla base.

Le creme solari per il viso con SPF oil-free, con effetto non-unto sono favolose per le ragazze con la pelle del viso che tende a lucidarsi, e controllano l’eccesso di sebo quindi sono perfette anche come base trucco! Per le pelli delicate invece, le creme solari per il viso vanno scelte con alto spf, ma niente paura! La tecnologia consente alle case cosmetiche di produrre creme sottili e impercettibili, quindi niente aloni bianchi o scie che si mescolano con il trucco! In commercio sono anche disponibili creme con effetto ”abbellente”, come se avessimo un filtro Instagram addosso, oltre che il filtro solare!

Dopo aver applicato la base, potete decidere se truccarvi o meno a seconda delle vostre necessità. Per aumentare la protezione potreste scegliere dei fondotinta con spf all’interno, ma ricordate che la chiave è riapplicare la protezione. Per farlo senza dovervi sciogliere il trucco, potete scegliere una protezione spray ultraleggera, da portare in borsa, per essere sempre protette senza il minimo sforzo!

Oppure optate per un bel cappello a falda larga, che fa anche outfit!

La costanza è la chiave per raggiungere il successo, in tutti i campi. Per proteggere la pelle ed accogliere l’estate a braccia aperte occorre seguire questi piccoli accorgimenti, senza mai dimenticarsi di essere felici e di annusare il profumo dell’aria che in questi giorni grida finalmente: Estate!