Premier League, è subito Manchester United-Chelsea

Ricomincia la Premier League e la prima giornata del torneo che l'anno scorso ha incoronato il Manchester City offre subito un classico del calcio inglese: all'Old Trafford saranno il Manchester United del norvegese Ole Gunnar Solskjaer e il Chelsea dell'ex idolo Franck Lampard a sfidarsi in quello che è considerato l'incontro di cartello della tornata iniziale. Una sfida su cui sarà possibile scommettere anche grazie ai pronostici specifici sul calcio elaborati dagli esperti di Wincomparator.

C'è grande curiosità per vedere come si muoveranno i due club che in estate, per motivi diversi, hanno perso alcuni dei loro uomini simbolo: partiamo dai padroni di casa che si sono separati (e anche malamente) dall'attaccante Romelu Lukaku, al punto che il calciatore è finito ad allenarsi con l'Under 18 dell'Anderlecht, il club che lo aveva lanciato nel grande calcio. Il nazionale belga, accostato a più riprese a Inter e Juventus, è stato una pedina fondamentale dell'attacco dei Red Devils nella passata stagione, a segno 15 volte tra campionato e coppe. Il Chelsea, invece, ha salutato il suo attaccante più forte, l'altro belga Eden Hazard, che in cerca di nuovi stimoli ha scelto il Real Madrid e la Liga spagnola. Come detto l'arrivo di Lampard in panchina è andato a colmare l'uscita di Maurizio Sarri finito alla Juventus. Con il tecnico campano i Blues erano riusciti ad aggiudicarsi l'Europa League al termine di una stagione in cui avevano perso all'inizio la Communituy Shield e a metà la Carabao Cup, la Coppa di Lega.

In estate il Manchester United l'abbiamo visto all'opera anche contro le squadre milanesi e proprio il Milan è stato l'ultimo club a testare la condizione dei Red Devils: al Principality Stadium di Cardiff è arrivata una vittoria ai rigori dopo il 2-2 dei 90 minuti che per la squadra di Solskjaer aveva visto andare a segno Marcus Rashford e Jesse Lingard. Il 2-2 è stato anche lo score conclusivo dell'amichevole tra i tedeschi del Borussia Monchengladbach e il Chelsea. Al Borussia-Park sono stati due rigori a permette ai Blues di rimontare il doppio svantaggio iniziale: di Tammy Abraham e Ross Barkley le marcature per la squadra londinese.

L'ultimo precedente risale al 28 aprile scorso, sempre all'Old Trafford, e in quell'occasione davanti a oltre 74mila spettatori a firmare l'1-1 conclusivo furono due spagnoli: Mata per lo United e Alonso per il Chelsea. I numeri ci dicono che negli ultimi 4 incontri del Manchester United nella passata stagione ci furono altrettanti Under 2.5. L'Under 2.5 è stata prerogativa anche delle ultime 3 partite disputate in trasferta dal Chelsea nella precedente Premier League. L'Under 2.5 ha avuto buona frequenza anche nei confronti diretti più recenti: ben 6 nelle ultime 8 partite. Inoltre, il Manchester United andrà a caccia di quella vittoria che fallì nelle ultime 5 giornate del campionato 2018/2019. I Red Devils, però, restano imbattuti da 3 gare contro il Chelsea (1 vittoria e 2 pareggi) e da 6 partite all'Old Trafford contro i Blues (2 vittorie e 6 pareggi). Infine, dando un'occhiata alle squadre che lotteranno per la vittoria finale della Premier 2019/2020, United e Chelsea si attestano per quasi tutti i bookmaker ai piedi di un podio che vede favorite nell'ordine Manchester City, Liverpool e Tottenham.