Poty è il sistema di vasi in verticale che permette di avere l’orto in città

Mai come l’anno scorso abbiamo sofferto la mancanza della primavera. Passeggiare al parco, immersi nel verde durante la stagione in cui la natura torna rigogliosa a germogliare, è stata un altro aspetto che la pandemia ci ha sottratto. I più fortunati hanno assaporato la primavera scorsa nel proprio giardino, ma chi abita nelle grandi città si è dovuto accontentare, nei casi più fortunati, di un balcone con qualche vaso. Proprio per ovviare al problema degli spazi, nasce il progetto di Poty dell’azienda Hexagro.

Un orto in verticale

Un cambio di prospettiva è l’ingrediente fondamentale di questa realtà. Poty si presenta come un vero e proprio giardino verticale modulare con un sistema di fertirrigazione che nutre le piante con micro-gocce che forniscono gli elementi necessari per una crescita efficiente e sana anche in città.

È adatto per ogni terrazza o balcone, infatti, sviluppandosi in verticale necessita di davvero poco spazio. È la soluzione ideale per chi vorrebbe l’orto ma non ha un giardino. È perfetto anche per chi ama la natura ma non ha il pollice verde: grazie al sistema di ferirrigazione non dovrete preoccuparvi più di troppo. Eh sì, va bene anche per voi sbadati che solitamente condannate le vostre piante dimenticandovi di irrigarle.

Poty è dotato del supporto di un assistente digitale che aiuta nell’assemblaggio del prodotto e nella coltivazione delle piante. Inoltre, c’è un catalogo di piante già germogliate, pronte per essere trapiantate. L’utente non dovrà più preoccuparsi di coltivare la pianta partendo dal seme o scegliere le piante giuste in base alla stagione.

Come nasce Poty?

Nasce come risposta al Covid; con la pandemia il 7% degli italiani si è avvicinato all’hobby del giardinaggio. Il co-founder Alessandro Grampa si è soffermato sul raccontare come l’emergenza sanitaria abbia cambiato il modo di lavorare della startup Hexagro:

Pre-pandemia ci occupavamo di urban farming indoor, con un focus su uffici e ambienti business. Con il lockdown abbiamo riadattato le nostre tecnologie e sviluppato Poty, per permettere a tutti di poter coltivare il proprio orto verticale comodamente in casa.

Un’idea sicuramente originale che permette di conciliare i frenetici ritmi della vita in città con la calma e la tranquillità che il giardinaggio può dare. Negli ultimi mesi del 2020 circa 100 sistemi Poty sono stati installati in terrazze e balconi. L’obiettivo dell’azienda è portare Poty nelle case di tutti, permettendo così alle persone di avvicinarsi alla natura e a tutti i benefici che questa può darci.

Hexagro e l’impegno sociale

Poty ha anche una mission sociale: ogni orto verticale acquistato in Europa supporta lo sviluppo dell’agricoltura verticale in Colombia. L’azienda ha infatti come obiettivo quello di supportare l’agricoltura verticale anche nei paesi in via di sviluppo. Un Poty acquistato in Europa, ne comporta l’installazione di uno in Colombia:

Noi di Hexagro vogliamo dare l’opportunità a tutti, in qualsiasi parte del mondo, di avere accesso a cibo sano, rendendo più accessibili le tecnologie di coltivazione verticale per consumatori e produttori.

Sviluppandosi in altezza Poty offre la possibilità di vivere un’esperienza davvero unica. E ora che l’Italia è di nuovo quasi tutta rossa, dedicarsi al giardinaggio potrebbe essere un buon modo per cercare di allontanare la negatività di questo periodo. Grazie a Poty potrete coltivare il vostro orto ovunque!



Eleonora Corso