Pista ciclabile gardensana: la capitale europea del cicloturismo è sul Lago di Garda

In #Instaworld, #Travel, MONDO, social up by Catiuscia PolzellaLeave a Comment

Viaggiare piace a tutti, questo è un dato di fatto. Piace ancora di più quando, alla scoperta del mondo, si uniscono anche altre nostre passioni e hobby. Ci siamo già occupati, ad esempio, del nuovo trend dei viaggi “di corsa”, cioè della possibilità di girare il mondo partecipando alle più importanti maratone, per scoprire panorami e monumenti senza rinunciare alla passione per il running. E se invece, la tua passione è la bicicletta?

Noi di Social Up, abbiamo trovato qualcosa che fa al caso vostro. Si tratta della pista ciclabile gardensana, anello ciclabile del Garda che si snoderà per oltre 140 km, in un itinerario unico a livello mondiale. Integrata e connessa con altre importanti percorsi ciclabili, il percorso collegherà Capo Reamol a Limone sul Garda con il confine del Trentino Alto Adige. Il tratto si dipanerà per quasi due chilometri, con passaggi mozzafiato a sbalzo sul Lago di Garda con una vera e propria passerella a picco sul lago. Il nuovo tratto della pista ciclabile prevederà parti a sbalzo e parti ricavate all’interno delle vecchie gallerie dismesse della Gardesana.

Dopo anni di progettazione di una pista ciclabile che percorresse l’intero periplo del Lago di Garda, unendo la sponda trentina a quella veronese e bresciana in un unico itinerario, questa spettacolare itinerario sarà percorribile la prossima Pasqua. La pista sarà il prolungamento di altri 4 km che vanno dalla zona Sud del paese a Capo Reamol, inaugurati nel maggio 2013. Infatti, alcuni tratti ciclabili erano già stati terminati e aperti ai cicloturisti, come per esempio tra Torbole e Riva del Garda, dove si unisce alla ciclabile della Valle dei Laghi verso Salò.

Con il suo clima mite e ai numerosi servizi dedicati al cicloturismo, il Lago di Garda è un vero e proprio paradiso per chi ama pedalare e per questo meta prediletta per i ciclisti di tutto il mondo, soprattutto austriaci, tedeschi e nord europei che a migliaia raggiungono il bacino ogni anno. Quindi, siamo pronti per iniziare il conto alla rovescia: il cicloturismo e il turismo lento finalmente avranno una capitale tutta europea e tutta Made in Italy!

About the Author
Catiuscia Polzella

Catiuscia Polzella

Nata a Morcone (BN) nel 1988. Laureata in Scienze Internazionali presso l'Università di Siena. La mia più grande passione è viaggiare e mi affascina scoprire nuove culture e diversi stili di vita.

Loading...