“Orgasmo” è il ritorno di Calcutta che non lascia indifferenti

Popolo amante dell’Indie, udite udite, è tornato Calcutta! Mentre a XFactor Italia si decretava il vincitore dell’undicesima edizione, su YouTube arrivava “Orgasmo”, il nuovo singolo di Calcutta, al secolo Edoardo D’Erme.

Sono passati ben due anni da “Mainstream”, il primo album con cui Calcutta è approdato nella realtà musicale italiana e da quel momento chiunque, almeno una volta nella sua vita anche da ubriaco ha intonato “Cosa mi manchi a fare”. I fan e appassionati hanno continuato a cantare con “Oroscopo”, “Del Verde” e “Gaetano”. In questi due anni, a parte averci regalato una verità sulle relazioni uomo donna del ventunesimo secolo quale – “Io da te non ho voluto amore. Volevo solo scomparire in un approccio” – Calcutta ha collaborato con altri artisti, per ultima Francesca Michielin per la scrittura di “Io non abito al mare”.

Calcutta torna a far parlare di sé con “Orgasmo” una canzone che sembrerebbe riprendere il verso “raggiungerti è un orgasmo da provare” per farne un unico brano in cui “l’orgasmo chiesto è profondo, forse il più profondo del mondo ma mi hai dato le spalle”.

La canzone è stata preceduta da una campagna di marketing virale basata su manifesti virali ovunque appesi per le città di Roma e Milano raffiguranti una donna con un body blu seduta sopra una mano con una scritta laterale scritta con gli ideogrammi che tradotta significa orgasmo.

Dopo “Mainstream”, c’è da chiedersi chi è il Calcutta di “Orgasmo” e cosa ci aspetta per l’album che uscirà in primavera. Il brano è decisamente pop con il solito gioco di parole che colpisce fin da subito e racconta la fine di una relazione. Il talento di Calcutta è proprio questo: rime alternate che non lasciano scampo e si auto-memorizzano nella quotidianità di chiunque dopo il primo ascolto.

Intanto, il video ufficiale di “Orgasmo” su YouTube realizzato da Francesco Lettieri, il regista di fiducia da sempre di Calcutta, ha superato le 300.000 visualizzazioni in due giorni e scommettiamo che supererà il milione di visualizzazioni senza tanta fatica nel giro di un mese.



Sandy Sciuto