settembre zio benny

“Orbiting, mi scrive, mi cerca e poi puntualmente sparisce!” Zio Benny

“Ciao zio Benny, hai mai sentito parlare di orbiting? Penso proprio di aver conquistato il mio primo orbiter! Provo a spiegarmi meglio.

Circa sei mesi fa, inizia a seguirmi su Ig un ragazzo che conosco di vista, con il quale c’è sempre stato un rapporto molto superficiale. Dopo qualche like ai miei post e visualizzazioni random alle stories, mi scrive. Iniziamo a parlare finché non decidiamo di vederci. Usciamo insieme diverse volte ed ad un certo punto quando la situazione stava per evolversi, inizia ad allonanarsi e ad essere sempre più sfuggente.
Deduco che qualcosa sia cambiato e mi rassegno. Proprio mentre stavo per voltare pagina, lui riprende a seguirmi con costanza sui social e a scrivermi. Riprendiamo a parlare, spiegandomi che aveva avuto dei problemi. Il nostro “rapporto” riprende da dove ci eravamo fermati, ma… Appena divento diretto, lui sparisce di nuovo. Da qualche giorno ha ripreso a visualizzare i miei post e a lanciare qualche like o commento tattico. Ma che vuole da me? Come dovrei comportarmi?

Martino.”

Ciao Martino,
vorrei rassicurarti, dicendoti che ciò che ti sta capitando non è per nulla inusuale. Se segui il mio profilo IG, giorni fa, ho chiesto ai miei follower a quale lettera rispondere e l’argomento più votato è stato proprio l’orbiting.

L’orbiting è la tendenza di mantenere nella propria orbita di interessi una persona, senza, però, eclissarsi una volta per tutte o, al contrario, scontrarsi con essa.

Personalmente il ritenermi nell’orbita di qualcuno e subirne passivamente gli scleri mentali, non mi affascina per niente. Preferisco, invece, pensare di avere a che fare con una serie di orbiter o satelliti che compiono dei giri completi intorno a noi. Mi immagino tipo come la Terra con la Luna che le gira intorno. Un’immagine bellissima, se non fosse che, io non sono la Terra e lui non è la mia Luna. Ma quest’immagine ha un non so che di romantico e quanto meno mi fa percepire l’ignava faccenda attribuendomi un ruolo più attivo, di rilievo. Poi ti spiegherò il perché.

Ma inciampare in un orbiter non è tanto difficile, è dunque fondamentale per noi giovani marmotte desiderose di brio, riconoscerlo e combatterlo come solo una guerriera sailor vestita alla marinara, saprebbe fare, in nome della luna!

1- L’ex malinconico
Gli ex sono i principali fautori dell’orbiting. Di qualsiasi età, genere, etnia, orientamento ed estrazione sociale. Che sia stata una storia passionale o una decadente parentesi della nostra vita direttamente tratta dalla Signora delle Camelie, le/gli ex sono i principali orbiter della nostra vita. Nonostante la relazione si sia conclusa e sia passata a miglior vita, un ex orbiter tornerà sempre a visualizzare i vostri fattacci, manco vi chiamasse Chiara Ferragni. I più audaci non disdegneranno un messaggio, una reaction o un like tattico, per cercare di dimostrare cosa? La loro insulsa presenza e, a ricordarvi che, un tempo eravate affetti da un raro morbo chiamato “Fette di Prosciutto” e che ha gravemente intaccato la vostra vista e la vostra capacità di raziocinio.

In pratica, sono piccoli codardi inconcludenti che, non solo non vogliono ammettere di non essere riusciti a voltare pagina, ma qualora avessero pure iniziato a frequentare qualcun altro, ma voi siete pur sempre la loro Terra e continueranno a gravitarvi intorno, perché in realtà, non sanno nemmeno loro cos’è che vogliono.

2-Il Conquistador Pistolero
Tutti abbiamo desiderato nella nostra vita: “un uomo vero, un pistolero, sai già dove mirare, amore criminale”, così come canta Elettra Lamborghini. Il Pistolero o la Femme Fatale direttamente uscita dalla boutique di profumi della Rinascente di Milano non vi darà margine di spazio. Usano lo charme, il savoir faire, il loro profumoso appeal, lasciandovi inebriate puzzole stecchite al sole desiderose di assaggiarne il frutto proibito. Quando poi la situazione è abbastanza calda per finire in porto, costui o costei, spariranno in un battito di ciglia lasciando dietro di loro solo sterili like o inutili messaggi no sense. La loro speranza? Quella di tenervi in caldo, nel caso in cui, chissà, magari una pandemia ci costringerà a chiuderci in casa e potranno utilizzarci come dei piacevoli passa tempo… Pussa via!

Ora che il vostro orbiter corrisponda al profilo numero 1 o numero 2, ricordate che il pianeta, la Terra intorno alla quale questi satelliti girano, siete voi. Il potere di smarcarli risiede in voi. I social hanno tanti difetti, ma permettono di bloccare chi reca fastidi e noie. Il potere del blocco è qualcosa di magico. Se escludete ogni possibilità di ritorno, ogni gesto, ogni messaggio, ogni parola, questi non si caricheranno più di alcun sentimento. A volte è proprio vero, lontano dagli occhi…Poi non dite che non ve l’avevo detto!

Per scrivermi: benito.dellaquila@socialupmag.it oppure inviatemi un direct su Instagram @ilpuntodellaquila



Benito Dell'Aquila