Nonne alla riscossa: “Portateci dell’alcool per resistere al lockdown!”

Il lockdown ha stravolto notevolmente le nostre vite. Il mantra salvifico “Restate a casa” è ormai diventato un atto penitenziale che ogni giorno ripetiamo e ci sentiamo ripetere. E alcuni non nascondono l’insofferenza e la rottura di balle dell’essere costretti a stare chiusi in casa. Sono stanchi i lavoratori, i bambini e anche i nonni, quest’ultimi limitati, tra le altre cose, anche nel far la spesa. Proprio per questo, figli, nipoti e anche volontari si fanno in quattro per aiutare i più anziani, andando al supermercato al posto loro. Così non è strano vedere anziani che mostrano alla finestra o fanno passare sotto alle porte liste della spesa. Da cibo, detergenti, prodotti per la casa, gli anziani scrivono tutte ciò di cui hanno bisogno, anche se a volte alcune loro “voglie” lasciano a bocca aperta. Questo è quello che è successo ad esempio a Kelly Müller, alle prese con i desideri della sua mamma 82enne, un’anziana che chiede alcool in quarantena.

Fonte: www.express.co.uk

“HO BISOGNO DI VINO…”

Ci troviamo in Ontario, Canada. Come quasi tutti i giorni in questo periodo di chiusura, la donna era passata dalla mamma per vedere se aveva bisogno di qualcosa. Le due signore stavano parlando attraverso la finestra, quando sua madre, Annette, scrisse un enorme cartello con un messaggio importante per Kelly. In grassetto a lettere nere, il cartello indicava che la donna anziana aveva bisogno di più vino. E mentre mostrava il foglio, agitava una bottiglia di vino vuota per ribadire il concetto. Kelly, naturalmente, ha trovato il tutto molto divertente e ha immortalato la scena pubblicando su Facebook. “Oggi sono andata a casa di mia madre di 82 anni per controllarla e vedere se aveva bisogno di qualcosa. Mi stava aspettando con ansia alla finestra”, ha scritto la donna. Il suo post è diventato subito virale, con migliaia di simpatici commenti e condivisioni. Non sono mancati aggiornamenti per far sapere a tutti che la missione era stata portata a compimento. Mamma Müller aveva ottenuto il suo vino, condividendo un’altra foto di Annette che sorrideva con una bottiglia piena in mano.

Fonte: www.insider.com

NON SOLO VINO…

Annette non è la sola anziana che chiede alcool in quarantena. Dal Canada voliamo in Pennsylvania. Qui la 93enne Olive Veronesi è stata fotografata da un parente mentre alla finestra teneva una lavagna con su scritto “Ho bisogno di più birra”. Dopo la pubblicazione della foto, hanno provveduto a soddisfare il suo “bisogno essenziale” con una consegna speciale di 10 casse di birra. Ovviamente tutto nel rispetto delle misure di sicurezza. Come nel caso di Annette, anche la foto di Olive è diventata virale, raccogliendo oltre 27mila like su Facebook. Insomma, a quanto pare sono tante le nonnine che hanno bisogno di un sorso di vino o birra che sia per rilassarsi durante questa quarantena. Dopotutto lo dice anche il proverbio: un bicchiere di birra o vino al giorno toglie il coronavirus di torno!



Catiuscia Polzella