Nessuno ha capito che questa modella non è reale!

Siamo così abituati ai filtri nelle foto e alle vite false su Instagram che diventa sempre più difficile distinguere ciò che è reale da ciò che è finto. Ci piacerebbe pensare che sappiamo distinguere i fake dalla verità, eppure il mondo intero ha commesso un errore madornale scambiando una figura digitale per una persona vera.

Shudu è una modella di Instagram che mostra con orgoglio e spiccata sensualità una meravigliosa pelle scura. Il suo feed news è disseminato di varie immagini accompagnate da hashtag #melanin. È stata persino repostata sul profilo Instagram di Fenty Beauty, per l’ombreggiatura del rossetto Saw-C. La sua bellezza è così sorprendente e insospettabilmente perfetta che quasi non si crede che sia reale. Il fatto è appunto, che non lo è per davvero!

Shudu è il prodotto di un fotografo londinese, Cameron-James Wilson: ”Sfortunatamente non è una modella vera, ma rappresenta molti dei canoni di bellezza di oggi. Esiste un importante movimento di modelli con la pelle scusa, e lei si ispira proprio a loro” ha dichiarato ai media l’artista.

View this post on Instagram

✊? . . #3dart

A post shared by Shudu (@shudu.gram) on

Il concetto di arte come illusione e rappresentazione della realtà torna a farsi sentire, ebbene se consideriamo la fotografia lo specchio della società, questo fotografo non ha fatto altro che dare al mondo la propria definizione di realtà, ha creato una vita, delle abitudini, ha veicolato bellezza e reso vero il frutto di un’immaginazione. Il suo intento non è quello di ingannare, ma piuttosto di rappresentare un faro di bellezza e creatività che ispiri chi guarda.

“Uso un programma di modulazione 3D, è come una fotografia virtuale, quindi una volta creata, posso metterla in posa in un certo modo”, ha spiegato Wilson. “Sono comunque un fotografo, quindi è solo un modo di esplorare la mia creatività”. Una singola immagine, come quella vista sul profilo Instagram di Fenty, richiede diversi giorni per essere creata.

La musa ispiratrice non è una persona in carne ed ossa, bensì una Barbie chiamata Princess of South Africa. L’ispirazione però arriva anche da modelle vere e proprie, dal loro modo di porgersi alla telecamera e al loro mostrarsi al pubblico, personaggi come Gigi Hadid e Devon Windsor. 

Il lavoro che ha portato alla creazione di Shudu non vuole essere ne una critica ne un voler ridicolizzare una categoria, l’intento è quello di ingrandire lo spettro di azione, prendere in considerazione canoni di bellezza differenti. La fotografia, come l’arte in generale ha il potente compito di lasciare le persone senza fiato, di dare una visione del mondo, magari una che mai avremmo pensato. Ecco quindi che un modello di bellezza può avere la pelle scura come il cioccolato, labbra carnose e occhi scuri e seducenti. 

Le critiche sono state davvero poche, perché effettivamente il lavoro svolto è sinonimo di grande creatività, soprattutto per le motivazioni dietro a questo lavoro: ”Sono solo una persona creativa e per me è l’immagine di come sarebbe la donna più bella del mondo”.

Shudu non è l’unico modello generato da un programma al computer su Instagram. Miquela, conosciuta come @LilMiquela, ha 560.000 seguaci che prendono spunto dal suo profilo per scoprire i look di tendenza e il make up perfetto.

In un’epoca in cui le foto modificate digitalmente sono la norma, Wilson ha semplicemente creato artificialmente ciò che nella realtà sarebbe perfetto.

Sicuramente un editing più reale di tante foto “vere” #nofilter che si vedono su Instagram!



Claudia Ruiz