Mondiali di Doha 2019: gli Italiani in gara

I Mondiali di Doha si svolgeranno tra il 27 settembre e il 6 ottobre 2019. Sarà la prima edizione senza l’uomo simbolo dell’atletica dell’ultimo decennio: Usain Bolt, ma non mancheranno però gli atleti italiani.

Alla manifestazione parteciperanno ben 66 azzurri, una spedizione molto più numerosa rispetto alle recenti prove (34 a Pechino 2015, 38 alle Olimpiadi di Rio 2016, 36 agli ultimi Mondiali di Londra 2017).

L’obiettivo principale sarà migliorare i precedenti risultati, soprattutto in termini di medaglie (zero a Pechino e Rio, un solo bronzo agli ultimi Mondiali). Le recenti prestazioni ai Campionati Mondiali di staffetta e ai Campionati Europei a squadre fanno ben sperare. Per quanto riguarda le staffette conquistare una medaglia non sarà l’unico obiettivo: qualificarsi per la finale garantirà la partecipazione alle prossime Olimpiadi di Tokyo 2020.

Il programma dei Mondiali partirà subito con due degli italiani più promettenti: Jacobs e Tortu sono stati impegnati già da venerdì 27 settembre con le qualifiche dei 100 metri. Jacobs si è fermato alle semifinali mentre Tortu ha raggiunto la finale. Il brianzolo ha concluso la finale al settimo posto con  il tempo di 10”07, stabilendo il suo primato stagionale. Coleman, il favorito, ha vinto la medaglia d’oro battendo Galtin e De Grasse.

Fonte: OA sport
Fonte: OA sport

Circa un’ora dopo la finale dei 100 metri maschili si è svolta la 50 km di marcia femminili dove Eleonora Giorgi, detentrice del record europeo sulla distanza, ha conquistato la prima medaglia azzurra ai Mondiali di Doha. L’azzurra è arrivata terza arrendendosi solo alle cinesi Liang Rui e Li Maocuo, in una gara durissima a causa delle alte temperature e dell’umidità.

Nella notte tra domenica e lunedì si svolgerà la 20 km di marcia femminile dove sarà impegnata Antonella Palmisano, già bronzo a Londra 2017 (unica medaglia azzurra).

Antonella Palmisano, bronzo ai Mondiali di Londra/A.G.Giancarlo Colombo

Il salto in alto maschile sarà una delle gare più incerte dell’intera manifestazione dove tra i molti prendenti a una medaglia (Bondarenko, Barshim, Protsenko) si sono anche gli azzurri Sottile e Tamberi. Le qualificazioni si svolgeranno il primo ottobre mentre la finale si svolgerà la sera del 4 ottobre. Puntano a ben figurare, nella corrispettiva gara femminile, Alessia Trost e Vallortigara.

Farà il suo esordio ai Mondiali di Doha la staffetta 4×400 mista, già testata ai Mondiali di staffetta di Yokohama. I favoriti sono gli Stati Uniti e la Giamaica, ma tra le 16 squadre qualificate c’è anche il team azzurro.

C’è molta attesa anche per altre due staffette: la 4×100 maschile (finale il 5 ottobre) e la 4×400 femminile (terza a Yokohama) che cercherà di centrale la qualificazione alla finale di domenica 10 ottobre.

Altro uomo di punta della spedizione azzurra per questi Mondiali di Doha è Davide Re, autore del miglior tempo della stagione sui 400 metri, anche se sarà molto difficile contrastare il probabile dominio USA.



Tommaso Pirovano