Messias da sogno, l’Inter anche: la rivincita milanese in Champions

Dubbi, ansie e paure di non farcela. Sono tutti elementi che accomunano l’Inter e Junior Messias, sicuramente il calciatore del momento nel nostro paese. L’Inter aggancia per la prima volta dopo dieci anni l’ottavo di finale di Champions League, Messias realizza l’impensabile.

L’incredibile viaggio di Junior Messias

Un sogno, letteralmente un sogno quello di questo trentenne arrivato in Estate da Crotone. Pensate, Crotone con la sua Serie A era già un qualcosa di fantastico, figuriamoci il Milan. Perchè no, figuriamoci giocare la Champions League con la maglia rossonera. Andiamo oltre, addirittura mettere a segno un gol pesantissimo in una sfida da dentro o fuori, contro un avversario tosto come l’Atletico Madrid.

Lo diciamo ancora una volta, un sogno ad occhi aperti. Dall’Eccellenza alla D con il Chieri, quindi il salto a Crotone ed ora la scena europea. Cheapeu.

Finalmente Inter

Dieci lunghi anni a guardare gli altri, adesso finalmente di nuovo dentro, da protagonista. Se non fosse per la meravigliosa storia di Junior Messias, ieri era a tutti gli effetti il giorno dell’Inter di Simone Inzaghi. Qualificata ad un ottavo di finale di Champions League dopo una vita, adesso andrà a giocarsi il primo posto contro il Real Madrid di Carlo Ancelotti, ma poco conta sinceramente.

Quello che non è riuscito a Conte, riesce ad Inzaghi, che nel giro di 3 giorni recupera prima punti chiave in ottica scudetto, poi altri tre gettoni che la mandano in paradiso. Il Girone era semplice, ma vincere non è mai scontato.

Il Messaggero



Marco Cavallaro