Maestra schiaffeggia alunni, le mamme la mandano in ospedale

A Roma, nella scuola Sandro Pertini una supplente ha preso a schiaffi degli alunni perché non riusciva a controllarli.

Il fatto è accaduto nel 2014 al quartiere Tor Bella Monaca e l’insegnate avrebbe agito d’impulso giustificando il gesto con la scusante che i bambini erano diventati incontrollabili.

Le mamme dei bambini, venute a sapere dell’accaduto, non si sono accontentate di fare una denuncia o di protestare con la preside della scuola, no… hanno organizzato una vera e propria spedizione punitiva e si sono date appuntamento davanti alla scuola e dopo aver chiesto spiegazioni alla maestra l’hanno aggredita con tanta violenza da farla finire in ospedale.

Queste mamme, a mio modesto parere, hanno decisamente esagerato, ma vorrei puntare l’attenzione sul gesto della maestra. È vero che di schiaffi non si muore e andrebbe valutata la situazione nel contesto reale, ma le punizioni fisiche “educano” davvero? E ammesso che abbiano una valenza educativa, non dovrebbero essere comunque i genitori a decidere di ricorrere ad esse? Voi cosa ne pensate?



redazione