L’Ucraina è la vincitrice della 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest

I Kalush Orchestra sono i vincitori della 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2022 con la loro hit Stefania. Nell’anno del ritorno del festival musicale più seguito al mondo in Italia, dopo la strepitosa vittoria dei Måneskin a Rotterdam con l’intramontabile brano rock Zitti e Buoni, che ad oggi conta più di 200 milioni di ascolti solo su Spotify, il pubblico dell’Eurovision ha premiato la grande esibizione della band ucraina, dimostrando anche un grande messaggio di unione mondiale.

Quest’edizione verrà certamente ricordata, nel bene o nel male, per la sua iconicità, ed il grande tocco dei festival all’italiana, ma anche per una serie di contrattempi e problemi tecnici (impossibile non menzionare il sole sul palco che ha tormentato tutti i fan europei, in particolar modo quelli spagnoli) sin dall’annuncio del primo malfunzionamento rilevato il giorno delle prove. Allo stesso modo, quest’anno rimarrà negli annali anche per le sue due semifinali, tormentate da tante eliminazioni ingiuste ed inaspettate, come quelle dell’Albania, Irlanda, Cipro, San Marino e Austria, tra le preferite del pubblico.

Tra gli ospiti della serata, l’Europa ha potuto festeggiare il ritorno dei Måneskin che hanno debuttato con la loro nuova canzone Supermodel, uscita ieri, e che in meno di 24 ore è volata in vetta alle classifiche di molti paesi, confermando il loro dominio rock mondiale iniziato ormai un anno fa. Con il ritorno dell’Eurovision in Italia, dall’ultima ospitata che ormai ammonta al lontano 1991, era impossibile non invitare Gigliola Cinquetti, una delle voci più belle della musica italiana che ha anche portato l’Italia alla vittoria 1964 (diventando a 16 anni la vincitrice più giovane di sempre dell’Eurovision Song Contest), che ha stregato il pubblico di Torino cantando la sua canzone vincitrice Non ho l’età.

Di seguito, la classifica finale della 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2021:

  1. Ucraina (631 punti)
  2. Regno Unito (466 punti)
  3. Spagna (459 punti)
  4. Svezia (438 punti)
  5. Serbia (312 punti)
  6. Italia (268 punti)
  7. Moldavia (253 punti)
  8. Grecia (215 punti)
  9. Portogallo (207 punti)
  10. Paesi Bassi (171 punti)
  11. Polonia (151 punti)
  12. Estonia (141 punti)
  13. Lituania (128 punti)
  14. Australia (125 punti)
  15. Azerbaijan (106 punti)
  16. Svizzera (78 punti)
  17. Romania (65 punti)
  18. Belgio (64 punti)
  19. Armenia (61 punti)
  20. Repubblica Ceca (38 punti)
  21. Finlandia (38 punti)
  22. Islanda (20 punti)
  23. Francia (17 punti)
  24. Germania (6 punti)



Marco Russano