La Serie A Tim in campo con SOS Villaggi dei Bambini per la campagna “Non è un gioco”

In SPORT by redazioneLeave a Comment

In Italia, sono circa 427.000 i bambini e ragazzi che hanno assistito a episodi di violenza dentro casa. Nel nostro Paese la violenza contro le donne è un fenomeno drammaticamente diffuso: 1 donna su 3, tra i 16 e i 70 anni, nel corso della propria vita ha subìto violenza fisica o sessuale. Anche la Lega Serie A TIM, sempre pronta a sostenere messaggi di solidarietà con la forza mediatica dei propri Club, e l’Associazione Italiana Arbitri, che hanno riconosciuto il patrocinio all’iniziativa, hanno deciso di schierarsi a favore di SOS Villaggi dei Bambini per aiutare la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Non è un gioco”, a cui si può contribuire dall’11 febbraio al 3 marzo 2019 con sms o chiamata da rete fissa al numero solidale 45590.

Durante il XXIV turno di Campionato, da venerdì 15 a lunedì 18 febbraio, la Lega Serie A TIM scende in campo al fianco di SOS Villaggi dei Bambini. Tutte le squadre accederanno al campo reggendo lo striscione dedicato alla campagna, mentre i maxi-schermi e gli speaker di tutti gli stadi inviteranno i tifosi a sostenere l’iniziativa con un contributo economico. Giocatori, allenatori, arbitri e giornalisti accreditati esporranno inoltre l’adesivo con il numero solidale durante tutte le attività di comunicazione previste prima, dopo e durante gli incontri.

Questo l’elenco delle gare:

Ven 15/02 ore 20.30: Juventus vs Frosinone

Sab 16/02 ore 18,00: Cagliari vs Parma

Sab 16/02 ore 20.30: Atalanta vs Milan

Dom 17/02 ore 12.30: Spal vs Fiorentina

Dom 17/02 ore 15.00: Empoli vs Sassuolo

Dom 17/02 ore 15.00: Genoa vs Lazio

Dom 17/02 ore 15.00: Udinese vs Chievo

Dom 17/02 ore 18.00: Inter vs Samp

Dom 17/02 ore 20.30: Napoli vs Torino

Lun 18/02 ore 20.30: Roma vs Bologna

“SOS Villaggi dei Bambini risponde ogni giorno alle difficoltà che affrontano le mamme sole con i loro bambini vittime di violenza, secondo quanto indicato dalla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia – dichiara Roberta Capella, Direttore Generale di SOS Villaggi dei Bambini – Siamo lieti che al nostro fianco si siano schierati i calciatori e gli arbitri della Serie A, veri e propri opinion leader della nostra società. Grazie a loro siamo certi che la campagna “Non è un gioco” acquisirà grande popolarità e sarà più facile aiutare a costruire il futuro di tante mamme vittime di violenza e dei propri figli, offrire loro un luogo dove poter ritrovare il calore e la protezione di una casa e per far vivere ai bambini l’infanzia che meritano”.

LA CAMPAGNA “NON È UN GIOCO” A SOSTEGNO DEL PROGETTO “MAMMABAMBINO”

Con la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Non è un gioco” si sosterrà il progetto “MammaBambino” di SOS Villaggi dei Bambini, un programma di sostegno e rafforzamento familiare affinché venga mantenuta e consolidata la relazione tra la mamma e il suo bambino. Il progetto si concretizza all’interno dei Villaggi SOS in Italia e nel programma di affido familiare a Torino attraverso diverse tipologie di servizi: la Casa SOS Mamma con Bambino, che accoglie giovani madri con il bambino e gestanti che hanno bisogno di un sostegno; la “Casa SOS per Donne Vittima di Violenza”, dedicata alle donne vittime di violenza o a rischio di possibili maltrattamenti che sono costrette ad allontanarsi da casa; gli “Appartamenti per l’autonomia”, per lavorare sul recupero della genitorialità e l’acquisizione di una indipendenza di tipo lavorativo ed economico. Il progetto, inoltre, offre numerose attività per il rafforzamento delle capacità genitoriali come sostegno psicoterapeutico, mediazione familiare, sostegno al ruolo genitoriale e percorsi di formazione, lavoro e autonomia abitativa.

Si può sostenere la campagna “Non è un gioco” di SOS Villaggi dei Bambini con sms o chiamata da rete fissa al numero solidale 45590 dall’11 febbraio al 3 marzo 2019. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali. Sarà di 5 euro per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile, e di 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali.

#NONEUNGIOCO: LA CAMPAGNA SUI SOCIAL 

Nelle settimane dall’11 febbraio al 3 marzo, SOS Villaggi dei Bambini invita tutti a pubblicare sui social media, con l’hashtag #noneungioco, una foto che raffiguri il proprio oggetto “coperta di Linus”, ovvero l’oggetto preferito e insostituibile capace di trasmettere sicurezza, protezione e calore nei momenti più difficili.

NON SOLO CALCIO. GLI ALTRI PARTNER PER LA CAMPAGNA DI SOS VILLAGGI DEI BAMBINI

La campagna “Non è un gioco” gode del sostegno della Rai – Responsabilità Sociale: dall’11 al 17 febbraio 2019 la campagna sarà promossa sui principali contenitori di intrattenimento e informazione delle reti Rai, Radio Rai e sul sito www.rai.it. Inoltre, la Campagna gode anche del sostegno di Mediafriends, La7 e Sky per il Sociale. Inoltre, hanno deciso di sostenere la Campagna di SOS Villaggi dei Bambini anche dalle istituzioni sportive come la FIPSAS e la FISE e numerosi volti del mondo dello sport e dello spettacolo come Andrea Lucchetta, Veronica Maya, Mirkoeilcane, Massimiliano Rosolino e Giorgia Surina.