La Generazione Z a tavola: cosa mangiano gli zommer

La “Generazione Z” (ovvero gli zoomer) sono i ragazzi e le ragazze nati e nate tra il 1997 e il 2012.

Una ricerca, commissionata dalla nota catena di fast-food “McDonald’s”, relativa proprio ai gusti di questa generazione di ragazzi, ha dato un risultato molto interessante.  Secondo lo studio di AstraRicerche, la Gen Z sembra la prima generazione che ha realmente a cuore la sostenibilità, anche in tema di cibo. Un interesse, quello per la gastronomia ed il cibo, che porta questi ragazzi, spesso in giro per l’Italia per conoscere nuove realtà. Amano partecipare ad eventi e sagre. Andare a mangiare nelle trattorie, quelle veraci, quelle dove si mangia la vera carbonara a Roma o il vero passatello a Bologna.

Pochi sono colo che spenderebbero cifre a due zeri per assaggiare un menù degustazione di un ristorante stellato (anche potendo economicamente permetterselo), mentre molti preferirebbero andare in trattoria. Meglio da “Sora Lella” a Roma, piuttosto che al “Gucci Garden” a Firenze.

Amanti delle eccellenze locali, secondo i risultati di AstraRicerca, il 97% degli intervistati è disposto a pagare di più per un prodotto garantito come sostenibile, ritenendolo di qualità più altri rispetti a prodotti con prezzo inferiore.

Molta attenzione è data anche al packaging, che ovviamente deve essere Green.

Sostenibilità e provenienza dei prodotti, sono, secondo le ricerche, i due aspetti fondamentali che inficiano sulle scelte dei ragazzi della Generazione Z.

L’elemento Green, no-plastic e riciclabile è fattore di scelta per una generazione che sembra molto attenta al concetto di “transizione ecologica” anche per quanto riguarda il cibo e tutta la filiera ad esso collegata.

Il prodotto a “chilometro 0”, magari biologico, made in Italy, controllato e certificato, spesso racchiuso in buste di cartone e stoffa riutilizzabili, magari acquistato nella bottega vicino casa, invece che nella catena di supermercati, è un’altra delle scelte dei ragazzi della Generazione Z.

Cibo e salute

Pizza e sushi sono sicuramente cibi amati dalla Gen Z. Vengono consumati il fine settimana, durante le cene tra amici, magari anche grazie ad un delivery. Ma è da sottolineare che i ragazzi della Gen Z, bombardati da programmi di cucina su tutte le reti tv, oltre che all’aspetto estetico, cercano nel piatto anche un aspetto “ealthy”. La correlazione cibo-salute è infatti fondamentale per i nuovi giovani d’oggi.

Sarà forse per questo che uno studio sulle loro abitudini alimentari è stato richiesto dal colosso mondiale dei fast-food?



Sharon Santarelli