Inverno a Chicago, un viaggio magico tra le vie della città sull’acqua

La città sull’acqua. È questo l’altro nome di Chicago, metropoli costruita magnificamente attorno all’immenso lago Michigan (che nell’antico idioma indiano dei Chippewa vuol dire “grande acqua”) e che attorno ad esso vive. In ogni stagione, il Michigan rappresenta una risorsa bellissima per la città e si presta a svariate attività all’aria aperta: che sia un giro in kayak o una battuta di pesca tra amici, d’inverno o d’estate, col sole o col vento, è quasi sempre una fantastica stazione balneare. L’atmosfera che è in grado di regalare dall’alba al tramonto assicura sempre una nutrita presenza di persone, in particolare quella dei surfisti che sfidano vento e clima gelido anche con temperature ben al di sotto dello zero.

Passeggiare sul lungolago è un’esperienza unica. E proprio sul Michigan si trova uno dei luoghi maggiormente caratteristici di Chicago, il Navy Pier. Si tratta di un molo, lungo poco più di un chilometro, arricchito con parchi, giardini, negozi, ristoranti, giostre e cinema-teatro IMAX. Il Navy Pier è un porto turistico cittadino e punto d’incontro per feste ed avvenimenti importanti. La ruota panoramica dalla quale si può ammirare la città in tutto il suo splendore costituisce una delle attrazioni di maggior interesse per i turisti.

[myusa.it]

La vera caratteristica di Chicago, dunque, è proprio quella di essere sviluppata sull’acqua. Dal Michigan Lake al Chicago River, la city ne è circondata ed è interamente collegata dai suoi ponti. Lungo il fiume ne sorgono almeno 50 e molti di questi sono mobili al fine di consentire anche il passaggio delle imbarcazioni. Il più antico risale al 1830. La loro funzione è semplice: unire il loop, ovvero il centro storico della città dominato dagli imponenti grattacieli, con l’altra parte del fiume, da nord a sud, da est a ovest. Tutti simili tra loro, i ponti sono stati realizzati in acciaio rossiccio con piccole torrette antiche ai lati, eppure, nonostante la loro passata fattura, si integrano perfettamente con la spettacolare modernità della città.

Infine, Chicago è anche un riferimento mondiale per quanto riguarda il blues, il jazz e il cinema. E anche qui, il collegamento all’acqua trova una marcata corrispondenza. Locali blues e jazz sono disseminati ovunque, molti sono concentrati nell’area di Near South Side ma i parchi d’estate sono i teatri più apprezzati. Ascoltare musica sulle rive del lago e sotto le stelle è qualcosa di indescrivibile. Per gli amanti delle storie romantiche, il surreale “The Lake House” con Sandra Bullock e Keanu Reeves è stato interamente girato qui. Volendo, si può dedicare qualche sosta nei principali luoghi del film come ad esempio Daley Plaza, un cortile che sorge nei pressi del grattacielo Richard J. Daley Center e famoso per ospitare una scultura di Pablo Picasso.

Chicago è anche la città da cui si origina la celebre Route 66. È possibile trovare il cartello che segna l’inizio della strada all’angolo tra la Michigan Avenue e Adams Street.



Giuseppe Forte