Intervista a Norma Rossetti di Mysecretcase: “Il piacere è tutto vostro”

Chi è Norma Rossetti e cosè Mysecretcase? Norma Rossetti è l’amica che tutte vorremmo avere ed ovviamente è la founder di MySecretCase, il primo shop online italiano per il piacere femminile e di coppia.

MySecretCase nasce nel 2014 e nel tempo si è  distinto nel mercato dei sex toy e degli accessori sexy per qualità, innovazione e sopprattutto per l’informazione sessuale che fornisce. Infatti, forse non tutti sanno che nel suo blog, MySecretCase, mette a disposizione un team di sessuologi pronti a chiarire tutti i nostri dubbi. Invece, dal 2018 con Millennial Sex è disponibile la prima guida educational su sessualità e sex toys per le giovanissime per favorire un approccio alla sessualità intimo e giocoso.

Abbattiamo il muro del perbenismo con MySecretCase!

Vogliamo un mondo in cui le donne non sono oggetti sessuali ma possono averli tutti

Noi di Social Up l’abbiamo intervistata. Pronti a scoprire un nuovo mondo con Norma Rossetti e MySecretCase?

Ti garantiamo che leggere un’intervista non è mai stato così piacevole!

Norma Rossetti

Com’è nata l’idea di creare MySecretCase? Perché è nato e con quale scopo?

L’idea di lanciare questa attività mi è venuta durante un viaggio in Malesia. Con amici bocconiani stava parlando di quale potesse essere il mercato del futuro ed è emerso quello dell’erotismo. Ho iniziato a studiare il tema, a vedere come veniva trattato anche su siti esteri e ho capito che mancava un punto di vista femminile, fresco e leggero, che puntasse sul gioco. Mancava qualcosa che considerasse la donna come soggetto di piacere e il sesso come parte del benessere psico-fisico. Per questo in MySecretCase, oltre che sulla vendita online, puntiamo su contenuti editoriali e progetti social come le consulenze gratuite da parte di specialisti qualificati per dare risposte anche alle domande dei più giovani.

Qual è il segreto del successo dietro MySecretCase?

Siamo riusciti a intercettare una necessità, non solo di mercato, quanto comunicativa e umana non ancora soddisfatta.

Abbiamo iniziato a studiare il mercato internazionale, europeo e italiano dei sex toys. A mappare i principali player del mercato e altri potenziali competitor per rilevare eventuali ambiti non presidiati – come quello di una cultura e di una educazione sessuale che privilegino la consapevolezza, ma anche il gioco, la scoperta e la fantasia – e ritagliarci una nostra nicchia, non solo di clienti ma anche di interlocutori e di persone da ascoltare.

Questo ci ha consentito di pensare a progetti ad hoc e di iniziare a produrre una linea di sex toys studiata sulle loro esigenze.

Il vostro brand propone l’emancipazione sessuale della donna. È stato difficile all’inizio affermarsi con un prodotto che prediligeva le donne?

Gli inizi non sono stati semplici: in Italia bisognava creare non solo un mercato, ma anche un linguaggio e un atteggiamento che oggi è riassumibile nella definizione “sex-positive”. Più che emancipazione sessuale il nostro intento era di normalizzare la sessualità, la scoperta del corpo e soprattutto creare un nuovo immaginario che non fosse il porno. Se il porno ha da sempre utilizzato la donna come oggetto sessuale, MySecretCase propone una donna al centro, partecipe all’atto erotico e creatrice dell’oggetto erotico. In merito ai sex toys ne sono un esempio tutte le sex designer che sono diventate famose negli ultimi anni.

Il mercato dei sex toy è in crescita, soprattutto tra le donne. Perchè secondo voi?

Sta cambiando il paradigma culturale: la ricerca del proprio piacere non è percepita come il “vizio” o l’evasione egoistica ma come un modo per prendersi cura di sé. Il toy è uno strumento di conoscenza, crescita e benessere.

Si può dire che il mondo dei sex toy è in costante crescita e in continuo mutamento. Quali sono le novità del mercato?

In questo momento stanno avendo ovviamente grande successo i toys di coppia controllabili a distanza tramite app, per evidenti motivi (la quarantena ha cambiato le abitudini di tutti).  Per l’estate che sta arrivando abbiamo, inoltre, selezionato i toys più amati da single e coppie per vivere quella che abbiamo chiamato “L’estate del mio piacere“. Per quest’anno abbiamo immaginato un’estate meno frenetica, più attenta alla cura di sé e del proprio benessere: un’estate per conoscere il proprio piacere e approfondire la relazione con il partner. In questi 2 mesi di quarantena abbiamo vissuto un’esperienza di viaggio negli oceani del piacere e selezionato dei compagni di viaggio da portare con sé, perché anche se non vai da nessuna parte, ti facciamo venire noi.

Tra i più amati, Tu mi fai girar, il vibratore rabbit in silicone medicale morbidissimo, con punta arrotondata e sapienti rilievi che stuzzicano pareti vaginali e punto G, Vieni al Punto il vibratore G-Spot dalla linea sinuosa, perfetto per la stimolazione vaginale e per l’orgasmo punto G.

I più amati dalle coppie? Lovetto, piccolo, discreto e potente è vellutato in vagina, mentre lui decide intensità e ritmo delle vibrazioni fino a farti arrivare anche a 10 metri di distanza; l’anello vibrante Tiramisù o Hardito, un finger vibe da indossare sulle dita per stimolare le zone erogene di lui e di lei con carezze vibranti.

Ma abbiamo anche una grande richiesta di dildo realistici della nostra linea Real Madild che permettono di aumentare l’esplorazione di sensazioni fisiche più sottili e grazie a una miscela di 3 siliconi che li rende più morbidi sono adatti sia per la penetrazione vaginale che anale. O i dildo della linea Hakuna Patata ideali per chi li prova per la prima volta, per chi ama godere in libertà, senza pensieri!

Hardito

Solitamente la masturbazione femminile è un argomento tabù di cui molte ragazze si vergognano. Cosa direste voi di MySecretCase ad ognuna di loro?

Le nostre utenti sono meravigliosamente aperte e pronte a osservare i propri tabù e condividerli, quindi siamo piuttosto noi ad essere in ascolto perché ogni volta ci offrono nuovi spunti per parlare di masturbazione in modo sempre più reale e completo.

Come rispondi a quelli che ti guardano strano quando gli spieghi che produci sex toy per vivere e sei una donna?

L’ho sempre vissuta benissimo, senza alcuna esigenza di fornire spiegazioni. Solo all’inizio, nel 2014, è stato difficile come donna perché il paradigma sex toys uguale donna di facili costumi era ancora predominante.

Qual’è il vostro mantra?

#Piaceretuo



Silvia Menon