In vacanza con un libro: “I valori che contano” di Diego De Silva

L’ultima volta in libreria di Diego De Silvia è stata con “Superficie” una raccolta di frasi, aforismi, pensieri e domande talvolta no sense sul mondo, sulla gente, sugli avvenimenti e le situazioni che accadono.

I lettori, così, hanno dovuto fare a meno per un periodo maggiore del previsto del loro Avvocato Malinconico, il personaggio inventato dallo scrittore campano.

Con “I valori che contano (avrei preferito non scoprirli)” edito da Einaudi sono accaduti due piccoli miracoli.

Il primo, l’avv. Malinconico è ritornato con un’altra narrazione di uno dei periodio della sua vita. Il secondo: De Silva ha attinto da un episodio della sua esistenza e lo ha tramutato in un fatto di vita della sua creatura letteraria.

In “I valori che contano” ritroviamo un Avv. Malinconico come l’avevamo lasciato. quantomeno caratterialmente e come approccio alle giornate.

È un avvocato ironico a tratti sarcastico molto disilluso rispetto alla valutazione della professione dell’avvocato nel 2020 e con una novità: l’amico Benny lo ha voluto nel suo studio ritrovandosi circondato da oggetti, mobili e libri di un certo valore.

Ciò che è cambiato è il resto. Accanto a Malinconico, infatti, adesso vi è Veronica con la quale si vedono solo in hotel per volere di lei rimasta colpita dal matrimonio finito. I figli sono lontani da lui, ma ognuno di loro sa essere vicino quando è necessario. E poi la professione forense: con i clienti Malinconico scherza, spesso li psicanalizza, ci si azzuffa per poi alla fine cercare di conciliarsi sempre nel segno del garantire il meglio per il cliente.

 

La vita dell’Avv. Malinconico, così com’è, è sempre perfezionabile ma non è affatto male, almeno fin quando non scopre di avere un tumore in un testicolo.

Le priorità, le esigenze e i pensieri cambiano di colpo. Veronica, la sua attuale fidanzata, passa da una relazione clandestina fatta di hotel e di sesso mordi e fuggi a convivere con lui perché innamorata.

Non solo! L’avv. Malinconico ritrova il cuore dell’amico e collega Benny e capisce come da tempo dava per scontato persone e cose che non lo sono mai.

Nel tentativo di guarire, l’Avv. Malinconico fa un percorso a sua insaputa sulla ricerca dei valori che contano davvero che poi sono sempre i soliti.

L’amore, la famiglia e le relazioni sociali agli occhi di Malinconico malato ritornano ad essere beni preziosi di cui impossibile fare a meno.

Ancora una volta Diego De Silva regala un libro godibile e molto ben scritto in cui prevalgono riflessioni o dialoghi semiseri senza scordarsi di riservarsi una morale alla fine.

Non solo diventa importante per De Silvia continuare a parlare dell’Avv. Malinconico, ma anche portarlo a fare i conti con la malattia, sulle domande ad essa legate e sulla voglia di salvezza per vivere meglio.

Il libro così diventa una cura, una coccola ma anche un momento di riflessione su cosa si ha e a cosa si aspira. Occasione di lettura da non perdere!



Sandy Sciuto