Il post su Facebook della mamma casalinga è diventato virale

C’è un malinteso comune e sessista nella nostra società secondo il quale le mamme casalinghe possono fare tutto e facilmente. Dopotutto, non devono correre in ufficio tutte le mattine e lavorare dalle 9 alle 5. No. Riescono a stare a casa con i bambini , godersi la televisione durante il giorno e rilassarsi.

Certo, se sei mai stata una mamma casalinga o un papà casalingo, sai che lo stereotipo è assolutamente ridicolo!

E in un post di Facebook molto coraggioso e molto vulnerabile, una mamma ha spiegato quanto possa essere sbagliata e molto dolorosa quella percezione errata.

La mamma casalinga Bridgette Anne ha comunicato con i suoi follower su Facebook quanto sia difficile rimanere a casa con i tuoi bambini tutto il giorno. Dalle esigenze fisiche di cucinare, pulire e intrattenere costantemente i più , Bridgette Anne ci fornisce alcune dure verità sulla vita come mamma casalinga.

☝️ everyone thinks being a stay at home mom full time is easy.— that we are lucky to be able to not have to work.—…

Gepostet von Bridgette Anne am Donnerstag, 30. Januar 2020

Il post è diventato rapidamente virale quando il suo messaggio di stanchezza e isolamento ha colpito molte donne in tutto il mondo. In effetti, alcune ricerche suggeriscono che le mamme casalinghe lottano con i sentimenti di depressione in misura maggiore rispetto alle mamme che lavorano.

In un sondaggio Gallup del 2012, che ha esaminato oltre 60.000 donne casalinghe, il 28% delle mamme casalinghe ha dichiarato di aver avuto depressione per la maggior parte della giornata, rispetto al solo 17% delle mamme impiegate fuori casa . E il 41% delle mamme casalinghe ha lottato con sentimenti ansiosi, rispetto al 34% delle mamme che lavorano fuori casa.

Certo, anche le madri impiegate soffrono di ansia e depressione e devono anche fare i conti con il ” doppio turno ” (il termine usato per descrivere tutte le donne che devono cucinare, pulire e prendersi cura dei bambini una volta.

Condividendo coraggiosamente le sue lotte personali come mamma casalinga, Bridgette Anne ha contribuito a innescare un’importante conversazione sulle ferite nascoste della maternità e su come possiamo fare meglio a sostenere e sollevare le donne.

La verità è che la maternità non è mai facile, e tutti abbiamo bisogno delle risorse umane e della connessione mentale se vogliamo essere i migliori genitori possibili.



redazione