Il fenomeno mondiale del Cloud Bread da 4K di views

Del Cloud Bread nessuno ne conosce la provenienza. Ovunque si cerchino informazioni a riguardo nessuno pare averne, se non che sia stato il social per eccellenza di ultima generazione Tik Tok a renderlo così famoso. Dalla prima pubblicazione, il video è stato visto più di 4 milioni di volte, mica poco!

E’ una delle nuovissime tendenze del mondo della cucina e tutti cercano nel proprio piccolo di riprodurlo in casa. D’altronde, lo stesso significato del nome (letteralmente pane nuvola) sembra essere light sia nel peso che negli ingredienti.

Sempre più in voga tra gli amanti del fitness e delle persone allergiche o intolleranti al glutine, non prevede l’utilizzo della farina, ma di altri pochissimi ingredienti. Può essere sia salato, come accompagnamento ad un pasto, che dolce, per uno snack leggero e soffice.

Ricetta del Cloud Bread

Ingredienti:

  • albume 120 gr
  • sale (8 gr) o zucchero (100 gr) a seconda della scelta
  • amido di mais 30 gr

Procedimento:

La cosa realmente fondamentale di questa ricetta è riuscire a montare perfettamente gli albumi. Esiste infatti un minuto preciso in cui gli albumi possono essere considerati montati a neve ferma: i tempi prima e quelli dopo sono totalmente inutili. La “difficoltà”, se così vogliamo chiamarla, sta proprio nell’identificare quel singolo momento che renderà poi il Cloud Bread perfetto.

Bene, ora che siete venuti a conoscenza di questa fondamentale pratica e avete accettato la sfida, siete pronti con la creazione del vostro pane nuvola!

Montate perfettamente gli albumi incorporando poco per volta il sale o lo zucchero, a seconda della versione che avete prediletto. Dopo esservi assicurati una spuma d’albume perfetta, iniziate a far piovere l’amido di mais.
Mescolate dal basso verso l’alto con movimenti decisi ma non troppo forti.

E’ normale che perdiate un pò di volume a forza di toccare gli albumi montati a neve, l’importante però è che non ci diate troppo dentro di olio di gomito. Rischiereste di trasformare il tutto in una frittata: buona, per carità, ma tutto questo trambusto per una spadellata di uova magari anche no!

A questo punto, con l’aiuto di una spatola oliata, prendete delle manciate del vostro composto e schiaffatele su una teglia con carta da forno.

Infornate a 190 °C per circa 25 minuti.

Importantissimo: una volta tirate fuori le vostre nuvole dal forno, non toccatele fino a quando si saranno raffreddate!

In ultimo consiglio, ma non meno importante, vi suggeriamo delle modifiche per rendere ancora più goloso e instagrammabile il vostro Cloud Bread! Aggiungete per esempio delle gocce di cioccolato mentre unite i composti, per avere una nuvola al cioccolato! Se invece preferite mangiare i colori pastello, dateci dentro di coloranti alimentari e dipingete come più vi piace la sofficiosità!



Alessia Cavallaro