Il fascino delle auto d’epoca: un’amore che non passa mai di moda

redazione

In TECH / redazione / Comments

Il successo degli eventi a tema e l’ultima iniziativa della FCA segnalano ancora una volta il fascino delle auto d’epoca, che continuano a conquistare gli automobilisti di tutto il mondo, a cominciare dall’Italia. Da Torino a Parigi, nelle prime settimane del 2018 i saloni delle auto hanno riservato molto spazio alle vetture d’epoca, che conquistano sempre di più l’attenzione e l’interesse degli appassionati, come ben racconta anche la sezione del noto portale “infomotori.com” dedicata alle auto classiche.auto 

L’ultimo segnale in ordine di tempo è arrivato da Retromobile, il salone dei veicoli storici organizzato presso la Capitale di Francia, andato in scena nella seconda settimana di febbraio: migliaia di partecipanti, ma soprattutto oltre 500 espositori e un centinaio di club che si sono messi in mostra al Paris Expo Porte de Versailles, con un segmento dedicato in maniera speciale alle italiane.

Il salone transalpino ha infatti voluto riservare uno spazio particolare alle auto realizzate dal designer austriaco Karl Albert Abarth, che ha legato il suo nome ad alcune produzioni indimenticabili sotto l’emblema dello Scorpione, e non è mancato neppure il classico tributo alla Ferrari, presente con vetture del calibro di Ferrari 250 Testa Rossa, la GT cabriolet Series1 e la Berlinetta, esempi della qualità eccezionale della casa di Maranello.

Tra gli altri modelli che hanno attratto maggiormente gli sguardi e riscaldato il cuore dei visitatori possiamo citare anche una mitica Bugatti Type 57, le McLaren anni ’60 che hanno battagliato in varie edizioni della 24 Ore di Le Mans e, ovviamente, alcune produzioni “casalinghe” francesi. I transalpini, poi, hanno anche celebrato il del trentesimo anniversario della moderna Carrera Panamericana, ricordata con uno spazio all’interno dello stand Motul in cui ha presenziato il 7 volte vincitore del classico rally, Pierre de Thoisy.

Anche Torino ha iniziato l’anno con uno sguardo al passato con la 36esima edizione di Automotoretrò, che ha superato i record del 2017 portando il totale dei visitatori a quota 70 mila, con oltre 1200 espositori e una ventina di Case automobilistiche coinvolte. Tra gli angoli più gettonati, gli stand celebrativi di alcuni modelli storici, come quello dedicato ai 70 anni della mitica Citroen 2CV, alla storia del marchio Land Rover e alla Lancia Rally 037 campione del mondo del 1983, presente in fiera.

Restando a Torino, poi, c’è una notizia che conferma e sottolinea come il mondo delle vetture quattro ruote “d’antan” sia anche un vero e proprio business: il Gruppo FCA ha infatti avviato il progetto FCA Heritage, che nelle ultime settimane ha allargato il proprio campo di azione con la sezione Reloaded by Creators che propone la vendita di un numero limitato e selezionato di auto classiche. Per ora, il catalogo contiene solo 5 esemplari di casa Fiat, ovvero in ordine cronologico Lancia Appia Coupé (1959), Lancia Fulvia Coupé Montecarlo (1973), Spidereuropa Pininfarina (1981), Alfa Romeo SZ (1989) e Alfa Romeo Spider (1991), ma è facile attendersi un’estensione del parco vetture già a breve.

Fonte: infomotori.com 

Approfondimento: automotoretro.it