Il colpo di fulmine non è una favola: ecco come riconoscerlo

Credete nel colpo di fulmine? Se si, ecco come capire se sta avvenendo per davvero!

Come ogni fase o emozione della nostra vista, anche il colpo di fulmine, ha delle sue fasi. Nasce, cresce, si trasforma e muore.  Secondo la Treccani consiste nell’innamoramento improvviso e romanticamente ci immaginiamo giù cupido che imbraccia arco e frecce, ma non è esattamente così che funziona.

I sintomi del colpo di fulmine

Gli sguardi

Gli sguardi, ovvero la fase iniziale. Un vero e proprio incipit all’innamoramento. Una scintilla che irretisce e disorienta. Farfalle nello stomaco, ansietta e agitazione mista ad emozione.

La cognizione

La cognizione nel colpo di fulmine è la consapevolezza che è e sta accadendo qualcosa. Nella fase della cognizione ci rendiamo conto che quello sguardo lo ricorderemo per un bel po’ di tempo.

La decisione

La decisione, la scelta. È un meccanismo inconscio, automatico, istintivo e incontrollabile, che se ricambiato vi farà fare scintille.

Il desiderio

La fase finale è il desiderio. Dopo la scelta sopraggiunge il bisogno fisico di creare un contatto e un psicologico bisogno di farsi conoscere e diventare un qualcosa per l’altro.

white arrow through red heart road signage

Quindi, che siate scettici o meno, la scienza lo conferma: il colpo di fulmine esiste veramente! Infatti, non è soltanto un’illusione creata dal nostro cervello, ma è qualcosa di scientificamente tangibile. “Thw Neuroimagining of Love” lo studio dell’università di Syracuse condotto da Stefanie Ortigue che convincerà anche i più cinici. Pensate che al cervello basta un quinto di secondo per innamorarsi di una persona. Avete capito bene, in amore non parla solo il cuore, ma anche e soprattutto al cervello. Infatti quando ci si innamora si attivano ben 12 aree diverse del nostro cervello e vengono rilasciate sostanze come la dopamina, l’ossitocina e l’adrenalina.

Innamorarsi è un boost energetico. Ma se innamorarsi è qualcosa di duraturo, il colpo di fulmine ha breve durata se non viene alimentato. Infatti, solo l’11% delle coppie che sono nate da questa combinazione di emozioni, è riuscita a consolidare un rapporto stabile. Ora lo abbiamo capito:  il colpo di fulmine non è una fantasia romanticamente orchestrata che viene raccontata da film e libri!



Silvia Menon