Il cane-robot per le consegne presentato da Continental al CES di Las Vegas

Giuseppe Forte

In TECH / Giuseppe Forte / Comments

Il mondo del delivery continua ad arricchirsi di curiose novità che rendono sempre più intrigante il business che si cela dietro a questo settore. L’ultima trovata porta la firma di Continental, azienda tedesca conosciuta per essere uno dei primi produttori mondiali di pneumatici ed in generale nel campo automotive, che al CES 2019 di Las Vegas ha presentato un nuovo progetto per le consegne urbane che prevede l’impiego di cani robot. L’iniziativa è il risultato di una partnership tra Continental e la società svizzera di robotica ANYbotics, come parte della ricerca sul futuro della mobilità finalizzata a ridurre il traffico cittadino e migliorare l’efficienza nella consegna dei pacchi a domicilio.

In una dimostrazione messa in scena per il pubblico del CES, l’azienda ha mostrato come questi singolari quadrupedi robotizzati siano in grado di saltare sul retro di un camion a guida autonoma per le consegne e recapitare il pacco presso la destinazione desiderata. Nella demo dimostrativa, si può osservare il cane robot che avanza fino alla porta di casa prima di suonare il campanello con uno dei suoi arti. In seguito, si piega per far scivolare il pacco dalla sua schiena ed infine si esibisce in un piccolo balletto come segno di celebrazione per aver portato a termine il proprio lavoro.

Il robot chiamato ANYmal rientra nel progetto CUbE (Continental Urban Mobility Experience), ovvero un veicolo autonomo e rigorosamente elettrico che potrà essere impiegato per diversi tipi di esigenze, dal trasporto pubblico alla consegna di beni. Molti aspetti della tecnologia utilizzata nel veicolo si basano sui sistemi di assistenza alla guida e sui sensori che sono già installati oggi nei veicoli prodotti in serie, ma sono state implementate e sviluppate anche nuove tecnologie, come il sensore laser. In questo contesto, i cani robot si inseriscono per recapitare i pacchi nei punti strategici della città attraverso l’ausilio di questi veicoli. Per procedere in maniera del tutto autonoma fino all’abitazione dell’acquirente, il sistema si serve di tecnologie di localizzazione come il GPS.

Il progetto di Continental è principalmente mirato al miglioramento della qualità delle consegne, concepito attraverso un sistema che possa ritenersi indipendente, a basso impatto ambientale e che non rappresenti un grosso ingombro per il traffico stradale. La scelta di realizzare dei robot con le sembianze dei cani è dovuta anche per avere una maggiore mobilità in fase di consegna. Oltre ad essere estremamente agili, questi robot riescono ad aggirare ostacoli come scale o altri elementi architettonici con maggiore facilità, se per esempio comparati ai più classici droni su ruote.

Per conoscere quando verrà effettivamente lanciato il programma di Continental, bisognerà ancora aspettare, anche perché serviranno le dovute autorizzazioni prima di vedere in strada questi robot a bordo di veicoli autonomi. La certezza, per il momento, è che il numero di utenti che prediligono gli acquisti online continua a crescere, di conseguenza è plausibile continuare a vedere lo sviluppo di queste tecnologie per rendere le strade più efficienti, sostenibili e libere dal traffico.