[mediagol.it]

I giocatori che hanno dato l’addio al calcio nel 2019

L’addio al calcio giocato è sicuramente uno dei momenti più intensi e ricchi di significato nella carriera di un atleta. La classe, il talento e le tante emozioni regalate sul rettangolo verde rimangono così solo un ricordo nel cuore del popolo calcistico che, nel corso degli anni, ha venerato i propri beniamini partita dopo partita. Il 2019 si è rivelato un anno che ha consegnato alla storia una gloriosa generazione di campioni che fisiologicamente si sta concedendo al passaggio del testimone nei confronti dei talenti del futuro. Nelle ultime stagioni, sono stati diversi i calciatori che si sono congedati dai massimi livelli una volta oltrepassato l’apice della carriera, per poi avventurarsi in nuove esperienze nei Paesi calcisticamente in fase di sviluppo come Giappone, Stati Uniti o i Paesi arabi. Con il ritiro definitivo di questi giocatori giunto nel 2019, è possibile dare libero sfogo ai sentimentalismi e stilare una formazione di tutto rispetto, un vero e proprio Dream Team che sarebbe ancora in grado di esprimersi ad altissimi livelli.

# 1 – Petr Čech

[momentidicalcio.com]

Tra i pali si schiera il portierone della Repubblica Ceca, ritiratosi ufficialmente il 29 giugno 2019 tra le file dell’Arsenal. Il suo nome è principalmente legato al Chelsea, squadra con la quale ha trionfato in campionato e in Europa e di cui oggi ricopre il ruolo di consigliere tecnico. Čech ha anche intrapreso una carriera da hockeista: oggi è il portiere del Guildford Phoenix, squadra di hockey su ghiaccio che milita nella seconda serie del campionato hockeistico inglese.

# 2 – Ashley Cole

[weaintgotnohistory.sbnation.com]

Altro importante nome legato ai Blues e ai Gunners, Ashley Cole è considerato come uno dei terzini sinistri più forti della sua generazione. In seguito alla sua infelice esperienza a Roma e ai tre anni passati a Los Angeles alla corte dei Galaxy, ha deciso di appendere le scarpette al chiodo il 18 agosto 2019, dopo aver deciso di non rinnovare il suo contratto con il Derby County, ultima squadra nella quale ha militato.

# 3 – Andrea Barzagli

[mediagol.it]

Campione del mondo 2006 ed attuale collaboratore tecnico della Juventus di Maurizio Sarri, Barzagli ha incarnato le qualità di un difensore centrale completo: grande carisma, ottimo marcatore, veloce e abile nella costruzione del gioco. È sceso in campo per l’ultima volta il 19 maggio 2019, a 38 anni, nella gara interna dei bianconeri contro l’Atalanta.

# 4 – Patrice Evra

[fitnessfinanziario.it]

Ritiratosi ufficialmente dal calcio giocato il 29 luglio 2019 dopo un intero anno di inattività, Evra è un altro per cui la fascia sinistra ha rappresentato il suo habitat naturale. I suoi successi più importanti sono stati raccolti con il Manchester United, ma si è guadagnato anche un posto nel cuore dei tifosi della Juventus.

# 5 – Xavi

[okcalciomercato.it]

Uno dei più grandi registi della storia del calcio, Xavi si è ritirato il 2 maggio 2019 dopo aver dedicato la sua carriera al Barcellona. Con i blaugrana e la nazionale spagnola ha raccolto ogni trofeo possibile, per poi passare ai qatarioti dell’Al-Sadd, squadra di cui è l’attuale allenatore.

# 6 – Bastian Schweinsteiger

[ilposticipo.it]

La qualità a centrocampo viene rafforzata dal campione del mondo 2014, stella del Bayern Monaco con cui ha vinto otto Bundesliga e una Champions League. La sua ultima esperienza calcistica è stata nella MLS statunitense, precisamente nella franchigia dei Chicago Fire. Ha annunciato il ritiro ad ottobre 2019, a 35 anni.

# 7 – Wesley Sneijder

[sportmediaset.mediaset.it]

Trequartista dalle qualità tecniche straordinarie, Sneijder ha vinto in Olanda, Spagna, Italia e Turchia ed è stato uno dei principali protagonisti nell’Inter di José Mourinho che ha conquistato il triplete nel 2010. L’olandese ha detto stop con il calcio giocato il 12 agosto 2019 per intraprendere la carriera di procuratore sportivo.

# 8 – Arjen Robben

[goal.com]

Parla ancora olandese l’ultimo interprete del centrocampo. Robben è considerato come uno dei migliori esterni offensivi degli ultimi anni, dotato di velocità e di un dribbling devastante. Ha vinto con PSV, Chelsea e Real Madrid ma è con il Bayern Monaco che ha collezionato le vittorie più prestigiose come la Champions League nel 2013. Rimasto svincolato, il 4 luglio 2019, all’età di 35 anni, ha annunciato il suo addio al calcio.

# 9 – Fernando Torres

[stadiosport.it]

Campione del mondo 2010 e bicampione d’Europa nel 2008 e 2012, El Niño rientra tra i centravanti di razza più decisivi al mondo, specialmente se si considerano i momenti più brillanti della sua carriera. Cresciuto calcisticamente nell’Atletico Madrid, si è fatto strada anche in Inghilterra tra Liverpool e Chelsea, per poi tornare proprio ai Colchoneros ed infine chiudere la carriera in Giappone. Ha disputato la sua ultima partita il 23 agosto 2019.

# 10 – Samuel Eto’o

[liberopensiero.eu]

Tra i calciatori africani più forti di tutti i tempi, Eto’o può vantare un palmarès fuori dal comune. Oltre ai gloriosi successi con Barcellona e Inter, ha scritto la storia del Camerun, di cui è il primatista assoluto di gol con 56, trionfando in due edizioni della Coppa d’Africa e nei giochi olimpici di Sydney 2000. Dopo l’ultima esperienza in Qatar, ha annunciato il ritiro il 7 settembre 2019.

# 11 – David Villa

[ultimouomo.com]

Veloce, tecnico, versatile e un vero rapace in area di rigore: questi sono gli attributi di David Villa. Punto di riferimento negli anni d’oro del Barcellona di Guardiola, El Guaje ha provato le esperienze in Australia, Stati Uniti e Giappone prima di chiudere la propria carriera. Ha comunicato il ritiro il 13 novembre 2019, al termine della stagione con i giapponesi del Vissel Kobe.



Giuseppe Forte